Intesa tra Sicilia e Malta, l'obiettivo è rilanciare l'economia - QdS

Intesa tra Sicilia e Malta, l’obiettivo è rilanciare l’economia

web-j

Intesa tra Sicilia e Malta, l’obiettivo è rilanciare l’economia

web-j |
venerdì 09 Aprile 2021 - 18:01
Intesa tra Sicilia e Malta, l’obiettivo è rilanciare l’economia

Rilanciare l’economia siciliana (e italiana) attraverso l’incoraggiamento e il supporto dello sviluppo economico tra la Sicilia e Malta; creare opportunità, occupazione, valore aggiunto e proprietà intellettuale; sviluppare un’ampia collaborazione nella ricerca accademica, applicata e industriale, mediante una partecipazione congiunta a progetti internazionali che coinvolgono ricercatori e comunità di imprenditori.

Sono gli obiettivi del ‘Memorandum of Understanding per la cooperazione tra Sicilia e Malta’, un accordo siglato lo scorso 26 marzo tra il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia, il Ministero di Malta della Ricerca, dell’Innovazione e del Coordinamento della Strategia Post Covid-19 e il Consorzio Med Europe Export nell’ambito delle iniziative di cooperazione del progetto di cooperazione Italia – Malta I KNOW, acronimo di Interregional Key Networking for Open innovation empoWerment, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

“È stato di fondamentale importanza avere siglato questo accordo perché ci permette di aprire alle sponde del nord del Mediterraneo la nostra economia”, spiega il prof. Andrea Cirà del Dipartimento di Economia dell’Università di Messina, tra i partner del progetto I know, promotore del Memorandum e coordinatore per la Sicilia dell’iniziativa. Per la parte maltese la firma del memorandum è stata promossa dal Dott. Galea, Consulente del Ministero della Ricerca Maltese.

“Questo accordo – conclude il docente – ci permette di avere dei partner sulla sponda a nord dell’Africa per iniziare a discutere di politiche comuni dell’area del bacino mediterraneo meridionale. In questo modo pensiamo e speriamo che la nostra economia possa essere rilanciata da un’attività di cooperazione e da un network di imprese e organizzazioni di categoria, così da poter avere delle nuove prospettive economiche per il futuro”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684