Johnson, Cop26 una svolta, carbone condannato a morte - QdS

Johnson, Cop26 una svolta, carbone condannato a morte

web-mp

Johnson, Cop26 una svolta, carbone condannato a morte

web-mp |
domenica 14 Novembre 2021 - 17:00

L’accordo che ha chiuso la conferenza Onu sul clima a Glasgow a presidenza britannica (CoP26) è stato “davvero storico”, a dispetto dei compromessi resisi necessari per ottenere l’approvazione di 197 Stati. Lo ha detto il premier Boris Johnson facendone il bilancio in una conferenza stampa a Downing Street con accanto il presidente della CoP26, Alok Sharma. Johnson ha parlato di un accordo che può rappresentare l’avvio di “quel punto di svolta che il mondo aveva bisogno di vedere” e che mantiene vivo il target di 1,5 gradi per il surriscaldamento terrestre. Ha quindi aggiunto che il carbone è comunque “condannato a morte”.

La CoP26 di Glasgow è stata nel complesso un successo e ha prodotto un’accordo storico, ma “venata di delusione” a causa dell’annacquamento del testo finale sulla riduzione (non più l’eliminazione) del carbone e su altri punti. Lo ha ammesso Boris Johnson, a nome della presidenza britannica, in un briefing a Downing Street. Il premier ha del resto notato che il Paese ospitante può fare opera di “persuasione”, non “forzare degli Stati sovrani”. Ha poi aggiunto che il surriscaldamento della Terra resta largamente “eccessivo” e ha ammonito che ora è nella “totale” responsabilità dei governo rispettare gli impegni sulle emissioni.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684