La Pa si riorganizza grazie al “Piao”: sanzioni per i burocrati inefficienti - QdS

La Pa si riorganizza grazie al “Piao”: sanzioni per i burocrati inefficienti

redazione

La Pa si riorganizza grazie al “Piao”: sanzioni per i burocrati inefficienti

Paola Giordano e Patrizia Penna  |
giovedì 09 Giugno 2022 - 06:30

Introdotto dalla legge 113/2021, fissa binari organizzativi precisi: anche la Sicilia dovrà adeguarsi entro il 31 luglio. Ne abbiamo parlato con l’assessore regionale Zambuto

“Fatta la legge, trovato l’inganno” recita un noto proverbio mutuato dall’antico motto latino “facta lex inventa fraus”. Un detto dalle radici antiche che potrebbe calzare a pennello anche per cosiddetto Piano integrato di attività e organizzazione, salutato dal ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, come “una concreta semplificazione della burocrazia che permette al Paese di compiere un altro passo decisivo verso una dimensione di maggiore efficienza, efficacia, produttività e misurazione della performance” dopo il via libera definitivo dato lo scorso 26 maggio dal Consiglio dei ministri al regolamento – di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale – recante l’individuazione e l’abrogazione degli adempimenti relativi ai Piani assorbiti dal Piao.

Dove sta l’inganno? Forse nel numero di proroghe che il Piano vanta già a neanche un anno dalla sua introduzione?
La risposta è più complessa… CONTINUA LA LETTURA. QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI
ABBONATI PER CONTINUARE LA LETTURA

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684