La pandemia spinge i pagamenti digitali - QdS

La pandemia spinge i pagamenti digitali

Marco Carlino

La pandemia spinge i pagamenti digitali

giovedì 15 Aprile 2021 - 00:00

L’Osservatorio PoliMi: gli acquisti in modalità contactless nel 2020 sono cresciuti del 29%. Il segnale positivo: le riaperture dei negozi non hanno comportato un “ritorno” ai contanti

ROMA – Nonostante una drastica contrazione dei consumi causata dalla pandemia, gli acquisti in modalità contactless con carta realizzati nel corso del 2020 sono cresciuti del 29% in termini di valore transato, raggiungendo 81,5 miliardi di euro. È quanto emerge da uno studio condotto dall’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano.

In generale, i pagamenti digitali nel 2020 hanno toccato quota 5,2 miliardi di transazioni, passando dal 29% al 33% del valore totale dei pagamenti in Italia con 268 miliardi di € (-0,7% rispetto al 2019) e aumentando quindi la penetrazione rispetto al contante, che rimane però la modalità di pagamento al quale gli italiani sono più affezionati.

La pandemia e il conseguente lockdown che ha comportato, nei mesi di marzo e aprile 2020, la chiusura quasi totale delle attività commerciali, uffici e di altri servizi non strettamente necessari ha frenato anche il mondo delle transazioni di pagamento, ma – sottolinea l’Osservatorio – la possibilità di ricorrere ai pagamenti digitali si è dimostrato un alleato per i consumatori italiani che, anche in queste prime fasi di forte difficoltà, si sono avvicinati ancora di più al mondo dello shopping online e dei pagamenti tramite strumenti digitali.

In questo, senso l’e-commerce ha fatto segnare, infatti, un aumento del 31% nel 2020, controbilanciando la crisi della categoria servizi (-47%), legata a doppio filo alla crisi dei comparti viaggi e turismo.

Cresce, inoltre, l’utilizzo dello smartphone come device preferito dagli italiani per effettuare pagamenti da remoto e acquisti online, superando il computer. Il cosiddetto mobile commerce raggiunge infatti quota 15,65 miliardi di euro e una penetrazione sul totale mercato digitale del 51%, a dimostrazione di una sempre maggiore facilità e velocità nell’uso di questo dispositivo.

Alla sempre maggiore diffusione del digitale come metodo di pagamento stanno contribuendo anche le incentivazioni statali. Il cashback di Stato e la lotteria degli scontrini, infatti, seppur con qualche controversia attuativa, sono provvedimenti che hanno stimolato il ricorso il cashless.

La buona notizia è che la riapertura di gran parte degli esercizi commerciali e il ritorno agli acquisti non hanno riportato gli italiani alle precedenti abitudini di pagamento, ma anzi hanno consolidato una sempre maggiore preferenza per i pagamenti cashless, complici anche i timori per la salute derivanti dal contatto dei contanti.

Un’altra interessante novità legata ai pagamenti digitali nel 2020 è la sempre maggiore offerta di servizi digitali per le consegne a domicilio, che può passare per l’invio di un link di pagamento tramite Sms o chat (pay by link) o tramite mobile wallet.

La riduzione della possibilità di movimento ha colpito molto duramente anche il settore dei servizi legati alla mobilità. La componente di questi servizi pagata con lo smartphone, dopo anni di crescita, è scesa da 252 milioni di euro a 157 milioni di euro. A far segnare il calo maggiore vi sono i pagamenti di taxi (-52%) e la sharing mobility (-43%), seguiti da biglietti per il trasporto pubblico locale (-32%) e dai parcheggi (-13%).

In ultima battuta, invece, continuano a crescere le transazioni da smartphone per il pagamento di bollette, bollettini e ricariche telefoniche. Il mobile payment per queste componenti è cresciuta circa del 30% e superando quota 1,15 miliardi di euro.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684