La Polizia di Stato intensifica i controlli sul territorio di Siracusa durante la stagione estiva - QdS

La Polizia di Stato intensifica i controlli sul territorio di Siracusa durante la stagione estiva

Luigi Solarino

La Polizia di Stato intensifica i controlli sul territorio di Siracusa durante la stagione estiva

martedì 20 Agosto 2019 - 01:00
La Polizia di Stato intensifica i controlli sul territorio di Siracusa durante la stagione estiva

Predisposti appositi servizi di vigilanza anche lungo le coste e in mare con l’impiego di moto d’acqua. Grande attenzione è stata rivolta alla lotta contro il fenomeno dello spaccio di stupefacenti

SIRACUSA – La Polizia di Stato, a partire dai primi di giugno, ha intensificato i controlli sul territorio di Siracusa per contrastare i reati predatori (furti e rapine), lo spaccio di stupefacenti, l’abusivismo commerciale, gli illeciti amministrativi e l’immigrazione irregolare. Per questo motivo sono stati predisposti appositi servizi di vigilanza e controllo, anche lungo le coste, con l’implemento di ulteriori equipaggi automontati, motomontati e con l’impiego delle moto d’acqua, sia per salvaguardare i beni dei siracusani fuori città per le vacanze, sia per garantire maggiore sicurezza a tutti coloro che hanno scelto Siracusa e le sue località balneari quale meta turistica.

Nello specifico, dal mese di giugno ad oggi, la Polizia di Stato ha identificato complessivamente 2.509 persone, effettuato 156 posti di controllo, controllato 3.673 veicoli (con e senza sistemi elettronici), elevato 96 sanzioni amministrative anche per violazione del codice della navigazione, ritirato 12 documenti (patenti e carte di circolazione) e sequestrato 37 mezzi.

Sono stati, anche, effettuati 1.768 controlli a persone sottoposte a limitazioni della libertà personale e sono state sequestrate 32 armi. Grande attenzione è stata rivolta alla lotta contro il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. A tal riguardo, negli ultimi mesi, nel Capoluogo aretuseo sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato oltre 3 kg di hashish, 125 grammi di cocaina, 260 grammi di marijuana ed alcune piante di cannabis. Si è provveduto ad implementare i controlli amministrativi contro l’abusivismo commerciale e nei locali ed esercizi pubblici per salvaguardare l’incolumità e la salute dei fruitori. A tal proposito sono state controllate 34 attività commerciali ed elevate 9 sanzioni amministrative per un totale di 15.465 euro, sono stati esperiti accertamenti su 6 strutture ricettive e sono state denunciate due persone per omessa comunicazione dei propri alloggiati.

Riguardo il contrasto all’immigrazione irregolare sono stati pianificati servizi straordinari di controllo con la presenza di personale dell’U.P.G.S.P., della DIGOS, dell’Ufficio Immigrazione e del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica.

Durante tali attività sono state individuate delle aree cittadine utilizzate come zone di stazionamento e bivacco di extracomunitari e a seguito dei relativi accertamenti sono state emanati, in ossequio alle disposizioni del TUI recentemente innovato dal c.d. Decreto Sicurezza, 50 provvedimenti di espulsione di soggetti irregolari, con contestuale Ordine del Questore a lasciare il Territorio Nazionale entro 7 giorni, 17 espulsioni con provvedimento del Questore di trattenimento presso un centro per i Rimpatri, 2 espulsioni con accompagnamento coatto alla frontiera e 3 espulsioni con partenza volontaria. Infine per contrastare i fenomeni antisociali e di inciviltà lesivi del decoro urbano sono stati rafforzati i controlli ed adottati i nuovi strumenti previsti nel già citato “Decreto Sicurezza”, quali il DACUR (l’ordine di allontanamento da alcune zone della città), la limitazione alla vendita di alcolici, il reato di accattonaggio, la nuova disciplina sui parcheggiatori abusivi. Negli ultimi tre mesi sono stati emessi dal Questore di Siracusa 9 avvisi orali, avanzate 4 proposte di sorveglianza speciale e 2 DACUR.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684