La transizione energetica di Eni raccontata alla Maker Faire Rome - QdS

La transizione energetica di Eni raccontata alla Maker Faire Rome

redazione

La transizione energetica di Eni raccontata alla Maker Faire Rome

sabato 19 Dicembre 2020 - 00:00
La transizione energetica di Eni raccontata alla Maker Faire Rome

Eni per il settimo anno consecutivo “main partner” della manifestazione che quest’anno è fully digital. Preservare l’ambiente e dare energia a tutti secondo quanto previsto dal Piano strategico 2050

La nuova edizione della Maker Faire Rome, the European Edition, si è tenuta dal 10 al 13 dicembre in modalità digitale. Eni è Main Partner per il settimo anno consecutivo della manifestazione che, quest’anno, ha previsto un format nuovo e gratuito all’insegna del fully digital. In quest’ottica, Maker Faire ha proposto una piattaforma dove i padiglioni rappresentano percorsi tematici e gli stand sono pagine web in cui gli espositori possono interagire con gli utenti come in un fiera tradizionale. L’esperienza di visita è stata arricchita con un calendario di eventi live, talk, webinar, workshop e conferenze sui principali temi affrontati.

All’Opening Conference del 10 dicembre ha partecipato Francesca Zarri, Director Technology, R&D & Digital di Eni. La conferenza Data Driven Innovation, lo stesso giorno, con Dario Pagani, Head of Digital & Information Technology di Eni, tratta l’impegno di Eni su Big Data, Machine Learning e supercalcolo.

L’11 dicembre si è svolto il webinar “Economia Circolare e sviluppo sostenibile” con Teresa Valentini, Responsabile Process, Reporting and Support, Circular Economy & Green Refinery di Eni. Sempre l’11 dicembre si sono svolti i talk su JUST (Join Us in a Sustainable Transition) con Stefano Fasani, Head of Procurement Innovation, People Knowledge & Change di Eni e Marco Casati, Head of Strategic Sourcing & Marketing Intelligence di Eni e a seguire quello su “Exscalete4Cov” con Alberto Delbianco, VP LNG Technology & Concept di Eni. Infine, nella giornata di sabato 12 dicembre si è tenuto il talk sul consumerismo “Scienza e tecnologia al servizio del cittadino” con Luisa Lavagnini, Responsabile Research and Technological Innovation di Eni.

La “cabina di regia” di questa edizione digitale di Maker Faire Rome – The European Edition è stata collocata presso gli spazi Eni di Roma Ostiense, headquarter di Joule, la Scuola di Eni per l’Impresa, che dalla primavera del 2021 ospiterà le startup che vogliono contribuire agli obiettivi di decarbonizzazione ed economia circolare del Pianeta.

Quest’anno Eni racconta l’impegno di tutta l’azienda, dai suoi business alle società controllate, per una just transition, una transizione energetica che contribuisca a preservare l’ambiente, dare accesso all’energia a tutti e che sia al tempo stesso socialmente equa, come definito nella nuova Mission legata ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’ONU. Grazie all’evoluzione del suo modello di business Eni punta a diventare un’azienda leader nella produzione e vendita di prodotti decarbonizzati in base ai target definiti dal Piano Strategico al 2050.

I contenuti della presenza Eni si sono snodati lungo tre filoni tematici nei quali sono stati presentati: le innovazioni tecnologiche per la decarbonizzazione, JUST (Join Us in a Sustainable Transition), JOULE, la Scuola di Eni per l’Impresa. Le tecnologie per la decarbonizzazione e la transizione energetica che sono alla base nel Piano Strategico al 2030 e 2050: dalla generazione di energia elettrica da moto ondoso al riciclo chimico dei rifiuti in plastica, dal riutilizzo di oli vegetali esausti o della frazione organica dei rifiuti solidi urbani per trasformarli in bio olio che può essere usato come carburante per le navi, dalla cattura, stoccaggio e riutilizzo della CO2 alle soluzioni per la riqualificazione energetica degli edifici ed il fotovoltaico domestico. Senza dimenticare la potenza di calcolo del super computer HPC5, che Eni ha messo a disposizione del Paese e della ricerca mondiale contro la pandemia tramite la partecipazione al consorzio Exscalate4CoV; JUST (Join Us in a Sustainable Transition), è un programma di iniziative rivolte ai fornitori Eni, di oggi e di domani, per coinvolgerli nella trasformazione di Eni e costruire insieme un ecosistema di imprese protagoniste di una transizione energetica equa e sostenibile.

Una sfida per il futuro dell’energia in cui i fornitori di Eni hanno un ruolo chiave. JOULE, la Scuola di Eni per l’Impresa, appena avviata e in grado di contare circa 5.000 iscritti in un mese alla piattaforma formativa Open e 7 percorsi di incubazione con altrettante startup innovative.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684