Lavoratori dello spettacolo, protesta per riaprire in sicurezza - QdS

Lavoratori dello spettacolo, protesta per riaprire in sicurezza

web-dr

Lavoratori dello spettacolo, protesta per riaprire in sicurezza

web-dr |
martedì 23 Febbraio 2021 - 11:29
Lavoratori dello spettacolo, protesta per riaprire in sicurezza

Si sta svolgendo a piazza Verdi a Palermo, sulle scalinate del teatro Massimo, la manifestazione dei lavoratori dello spettacolo, per sottolineare la gravità della situazione di teatri e cinema.

Si sta svolgendo a piazza Verdi a Palermo, sulle scalinate del teatro Massimo, la manifestazione dei lavoratori dello spettacolo, per sottolineare la gravità della situazione di teatri e cinema.

La protesta è organizzata Slc Cgil Palermo, Fistel Cisl Palermo Trapani e Uilcom Palermo e vi partecipano attori, attrici, artisti, cantanti, musicisti, danzatori.

Il presidente Anci Sicilia, Leoluca Orlando dice che “la manifestazione nazionale richiama ancora una volta le gravi criticità del mondo dello spettacolo e la insufficienza degli interventi dei governi nazionale e regionale. Artisti e tecnici non strutturati e artisti e tecnici precari, oggi nelle piazze di tutta Italia, confermano il diritto alla salute di tutti, ribadendo con forza che il diritto alla salute non può essere considerato in contrasto o alternativo al diritto al lavoro”.

“Il Governo nazionale ed il Governo regionale – continua Orlando – non possono sottrarsi al compito di sostenere le strutture e al tempo stesso non possono ignorare la pesantezza e la dimensione delle condizioni di vita di lavoratori dello spettacolo privati della possibilità di esercitare la propria attività e condannati prevedibilmente ancora per lungo tempo a subire la mancanza di condizioni minime di sopravvivenza. I sindaci di tutta Italia e i sindaci siciliani sono a fianco di migliaia di cittadini che hanno fatto dello spettacolo la loro ragione di impegno lavorativo e di vita”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684