Leonardo apre alla cessione di Mbappé, "Può andare via, ma alle nostre condizioni" - QdS

Leonardo apre alla cessione di Mbappé, “Può andare via, ma alle nostre condizioni”

Web-al

Leonardo apre alla cessione di Mbappé, “Può andare via, ma alle nostre condizioni”

Web-al |
mercoledì 25 Agosto 2021 - 16:50

Il direttore sportivo del Paris Saint-Germain: "Abbiamo detto no al Real Madrid. Se un giocatore vuole partire, non si può trattenere"

Il Real Madrid offre 160 milioni per Kylian Mbappé? Troppo poco secondo il Psg, che però non esclude la cessione della stella.

“Abbiamo detto no, verbalmente, al Real Madrid”, dice il direttore sportivo del Psg, Leonardo, come riporta Le Parisien. I media fanno riferimento ad un’offerta dei blancos di circa 160 milioni per l’attaccante di 22 anni.

“E’ molto lontana da quella che è considerata una cifra sufficiente, lontana da quella che è stata pagata per lo stesso giocatore quando aveva 18 anni (180 milioni al Monaco, ndr). Una parte della somma andrà poi versata al Monaco”, dice Leonardo, ricordando che al club del Principato spetterebbero circa 35 milioni su 160.

Mbappé ha chiarito che non intende prolungare il contratto in scadenza nel 2022 ed è disposto ad aspettare un anno pur di andare a Madrid.

“Se un giocatore vuole partire, non si può trattenere. Ma partirà alle nostre condizioni. La posizione del club è sempre quella di rinnovare il contratto di Kylian, ci sono riunioni in questo senso e quello resta il nostro obiettivo. E’ stata fatta una proposta a Kylian, al livello degli altri top player”, dice Leonardo.

Il ds è convinto che il Real Madrid abbia una strategia: “Questa proposta a 7 giorni dalla chiusura del mercato sembra una strategia per ottenere un no come risposta da parte nostra e dire che hanno fatto di tutto per prendere il giocatore, che sarà libero tra meno di un anno. Ma sono passati due anni da quando il Real Madrid ha avuto un atteggiamento irrispettoso, scorretto e persino illegale dal momento che non è permesso contattare direttamente un giocatore. Questo è inaccettabile”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684