I gioielli del Portogallo in mostra permanente - QdS

I gioielli del Portogallo in mostra permanente

redazione

I gioielli del Portogallo in mostra permanente

sabato 04 Giugno 2022 - 09:05

A Lisbona una collezione d’inestimabile valore nel Museu do Tesouro Real

LISBONA – Inaugurato nei giorni scorsi nella capitale portoghese il Museu do Tesouro Real, che ospiterà per la prima volta in modo permanente una collezione dal valore incalcolabile, con oltre mille gioielli ed elementi di oreficeria reale portoghese. Si tratta di una delle collezioni più importanti al mondo, riposta in uno dei caveau più grandi del mondo (quaranta metri di lunghezza, dieci metri di larghezza e dieci metri di altezza). La collezione è costituita da gioielli preziosi, insegne, decorazioni, monete ed elementi di oreficeria civile e religiosa, tra cui il prestigioso copricapo con smeraldi di Dona Mariana, che si ritiene sia la seconda pepita d’oro più grande del mondo.

L’esposizione del Museu do Tesouro Real divisa in unidici sezioni

L’esposizione permanente del Museu do Tesouro Real è stata suddivisa in undici sezioni. La prima, denominata Oro e diamanti del Brasile, ricorda i tempi dell’estrazione dell’oro e dei diamanti in Sud America, mentre la seconda sezione è dedicata alle monete e alle medaglie della Corona. La terza sezione presenta i gioielli che compongono la collezione del Palazzo Nazionale di Ajuda e quelli provenienti dalle ex collezioni private di diversi membri della famiglia reale portoghese. Il quarto gruppo è dedicato agli Ordini d’Onore, testimonianza viva delle intense relazioni internazionali della Corona del Portogallo, mentre il quinto è intitolato Insegne Regias, ovvero le insegne del potere dei re del Portogallo, come la corona, lo scettro, il mantello o il ceppo.

Si passa poi agli oggetti d’argento lavorati per uso civile, veri e propri tesori, sia materiali che artistici. Seguono le ex Collezioni private del re Fernando II (1816-1885) e di suo figlio Luís I (1838-1889), figure di spicco del collezionismo d’arte portoghese del XIX secolo. L’ottava sezione è dedicata alle Offerte Diplomatiche, parte ed espressione delle relazioni tra Stati ed entità, mentre la nona presenta le cerimonie religiose con una selezione di strumenti e paramenti liturgici.

Nelle ultime due sezioni è possibile ammirare, rispettivamente, la Baixela Germain, esempio dell’oreficeria francese del XVIII secolo nota a livello internazionale per la sua qualità e rarità, così chiamata perché commissionata all’orafo François-Thomas Germain dopo il terremoto del 1755, e i Viaggi nel Tesoro Reale, una raccolta straordinaria di oggetti di stato, gioielli, tessuti, sontuosi servizi da tavola che venivano utilizzati per le cerimonie solenni.

Un museo per rendere Lisbona una destinazione sempre più attraente

Il nuovo museo mira a rendere Lisbona una destinazione sempre più attraente dal punto di vista culturale e artistico sia per i residenti che per i viaggiatori di tutto il mondo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684