Maltempo: Bronte, grandine e vento, duro colpo all'"oro verde" - QdS

Maltempo: Bronte, grandine e vento, duro colpo all'”oro verde”

redazione

Maltempo: Bronte, grandine e vento, duro colpo all'”oro verde”

lunedì 27 Maggio 2019 - 20:12
Maltempo: Bronte, grandine e vento, duro colpo all'”oro verde”

In alcuni pistacchieti del Comune etneo zone gli alberi hanno perduto fino al settanta per cento dei frutti Dop.Il sindaco Calanna ha chiesto la dichiarazione dello stato di calamità

La grandinata delle scorse settimane e il forte vento di ieri hanno causato “danni ingenti” alle coltivazioni del pregiato pistacchio di Bronte, Comune pedemontano dell’Etna.

Secondo quanto dichiarato da rappresentanti dell’Amministrazione comunale “in alcune zone le piante hanno perso anche il settanta per cento del frutto” e, secondo le prime stime effettuate, “una considerevole percentuale della produzione è andata perduta”.

Il sindaco di Bronte Graziano Calanna, dopo un sopralluogo nei pistacchieti, ha chiesto alla Regione Siciliana dichiari lo stato di calamità naturale.

Il pistacchio verde di Bronte è una varietà Dop (Denominazione di origine protetta) che è anche Presidio Slow Food.

La coltivazione e la produzione di pistacchio rappresenta per Bronte – che ha mille produttori con coltivazioni estese per più di 2.600 ettari – un’importante fonte di reddito, tanto da essere soprannominato “l’oro verde”, per il suo alto valore commerciale.

Il Pistacchio di Bronte Dop è coltivato in maggioranza nel territorio del Comune etneo a precise altezze e terreni indicati nel disciplinare, mentre una piccola parte proviene da Adrano e Biancavilla.

L’ottanta per cento della produzione – che rende complessivamente circa venti milioni di euro – viene esportata all’estero, mentre il venti trova impiego nell’industria nazionale.

A Bronte viene prodotta inoltre una cospicua varietà di prodotti derivati dalla lavorazione del pistacchio, come il pesto con cui condire la pasta, il gelato, dolci (biscotti e torte) e una crema spalmabile.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684