Marsala, il Palazzo di Giustizia ha finalmente una nuova sede - QdS

Marsala, il Palazzo di Giustizia ha finalmente una nuova sede

Pietro Vultaggio

Marsala, il Palazzo di Giustizia ha finalmente una nuova sede

martedì 01 Ottobre 2019 - 00:00

La Presidente del Tribunale, Alessandra Camassa: “Struttura moderna e funzionale". L’immobile si snoda su una superficie coperta di quasi tredicimila metri quadrati

MARSALA (TP) – La Giustizia, a Marsala, ha una nuova sede che sorge sull’ex area dello stabilimento Mirabella.

Presso l’ufficio del sindaco Alberto Di Girolamo, insieme all’assessore Clara Ruggieri ed al cancelliere Giuseppe Ferro, è stato sottoscritto il comodato d’uso fra il Presidente del Tribunale, in rappresentanza del ministero di Giustizia e Luigi Palmeri, dirigente dell’ufficio Patrimonio del Comune di Marsala, con il vice segretario Nicola Fiocca (notaio rogante).

La concessione dell’immobile di via del Fante, dove campeggiano le foto di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, ha una durata di novantanove anni. Una giornata storica per Marsala e per l’amministrazione della Giustizia, come ha ribadito la Presidentessa del Tribunale, Alessandra Camassa, soddisfatta per la buona riuscita del progetto: “Finalmente ci siamo. Era un traguardo che aspettavamo da tempo. Entriamo in possesso di questa nuova struttura moderna e funzionale. La sede verrà inaugurata ufficialmente il prossimo nove ottobre”.

La costruzione del nuovo Palazzo di Giustizia è iniziata nel 2007 e, nella fattispecie, si snoda su una superficie coperta di quasi tredicimila metri quadrati, suddivisi in due corpi di fabbrica. Nella struttura trovano spazio gli edifici del Tribunale (tre corpi di fabbrica) e quelli della Procura della Repubblica (2 corpi di fabbrica) che si affacciano su un’area interna al complesso edilizio. Nella stessa linea di soddisfazione anche il sindaco Alberto di Girolamo: “Affidiamo il nuovo immobile con la piena consapevolezza che questo edificio consentirà a magistrati, avvocati e amministrativi di lavorare in condizioni ottimali”.

Il costo finale dell’opera è stato di oltre tredici milioni e cinquecento mila euro, finanziati con due mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti dal Ministero della Giustizia (dieci milioni e settecento mila euro) e dal Comune (un milione e 955 mila euro) e con fondi comunali pari a ottocentocinquanta mila euro.

Il progetto definitivo del Tribunale è stato redatto dall’Ufficio Territorio ed Ambiente del Comune di Marsala. Il nuovo palazzo ha un ampio parcheggio pubblico, in via Messina Orlando, capace di ospitare 300 autovetture, costato circa seicento mila euro. Anni di attesa, la struttura non è quindi di recente costruzione, ma sicura. Si è risolto un problema atavico. La città ha la sua giustizia, sperando che sia uguale per tutti.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684