Studente carbonizzato, oggi i funerali a Marsala, il VIDEO - QdS

Studente carbonizzato, oggi i funerali a Marsala, il VIDEO

web-iz

Studente carbonizzato, oggi i funerali a Marsala, il VIDEO

web-iz |
martedì 17 Agosto 2021 - 14:22

Marsala si stringe al dolore della famiglia di Francesco Pantaleo. Le indagini sulla causa della sua morte sono ancora in corso. Il suicidio l'ipotesi più accreditata.

Si sono svolti stamani i funerali di Francesco Pantaleo, il giovane studente marsalese scomparso da Pisa il 24 luglio scorso e ritrovato morto nelle campagne di San Giuliano Terme il 30 luglio.

Una Chiesa Madre colma di gente, in rigoroso silenzio e di fronte alle bandiere a mezz’asta di Palazzo VII Aprile, ha accolto il feretro di Francesco tra la commozione e il dolore dei presenti stretti intorno a mamma Franca, papà Tonino e alla sorella Stefania, che sin dai primi giorni della scomparsa non hanno mai perso le speranze di trovare vivo il loro congiunto, pensando più a un allontanamento volontario. Presente anche il sindaco Massimo Grillo – che ha proclamato una giornata di lutto cittadino chiedendo alle attività commerciali di abbassare la saracinesca per la durata dei funerali – accompagnato dal presidente del Consiglio comunale Enzo Sturiano e dagli assessori Giuseppe D’Alessandro e Arturo Galfano.

La messa è stata officiata dall’Arciprete Don Marco Renda, una cerimonia più rapida del solito a causa delle normative Covid e del forte caldo afoso che ha caratterizzato la giornata. “Nostro fratello Francesco è passato da questo mondo, purificato dal sacrificio e liberato da ogni peccato – le parole di Don Renda nell’omelia –… affidiamo a Dio la giovane vita di Francesco. A noi che soffriamo di questo distacco non venga meno la speranza di tornare insieme a lui per rivivere quell’amore che ci ha uniti”.

Dopo le preghiere, la benedizione della giovane salma, con l’invito dell’Arciprete ad esprimere l’affetto spirituale per la famiglia Pantaleo avvolta dal dolore della grande perdita.

Rimangono ancora tanti dubbi sulla morte del giovane studente di Ingegneria Informatica. Il fascicolo è ancora aperto e si indaga sulla morte nonostante l’autopsia abbia rilevato solo il corpo deteriorato dalle fiamme ma senza la presenza di armi da taglio o da fuoco. I medici legali stanno anche svolgendo analisi chimiche e tossicologiche per i cui risultati ci vorrà del tempo.

Claudia Marchetti

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684