Migranti, la Sea Watch 4 a sud di Licata: "Dateci porto sicuro" - QdS

Sea Watch 4 a sud di Licata, 304 migranti in attesa di sbarco. Evacuati donna e neonati

web-sr

Sea Watch 4 a sud di Licata, 304 migranti in attesa di sbarco. Evacuati donna e neonati

web-sr |
giovedì 23 Giugno 2022 - 19:19

Sono 304 i migranti a bordo dell'imbarcazione dell'Ong che attendono ancora di poter mettere piede a terra. Ancora nessun segnale da parte delle autorità

Torna nuovamente a chiedere un porto sicuro per sbarcare l’equipaggio della Sea Watch 4, nave umanitaria con 304 persone (tra cui donne e minori) che attendono da giorni di poter sbarcare.

Attualmente, l’imbarcazione attende una risposta positiva al largo delle coste di Licata, in provincia di Agrigento.

Sea Watch 4, evacuati donna incinta e neonati

Nelle ultime ore 8 persone sono state evacuate per motivi medici, a lasciare il ponte della nave anche una donna incinta all’ottavo mese e due neonati di 5 e 7 mesi.

La nostra nave non è un ospedale e non possiamo garantire l’assistenza necessaria alle persone a bordo per un periodo di tempo prolungato”, sottolinea Alberto Mallardo di Sea Watch.

“Per questo reiteriamo la nostra richiesta alle autorità competenti perché assegnino un porto sicuro alle persone che abbiamo soccorso“.

“Omissioni di soccorso da Italia e Malta”

“Nei giorni scorsi a bordo della Sea Watch 4 – denuncia – siamo stati testimoni ancora una volta di drammatiche omissioni di soccorso da parte dell’Italia e di Malta“.

“Diverse imbarcazioni in difficoltà sono rimaste in mare per ore, per giorni prima che venissero soccorse”.

“E’ stata la società civile a dover intervenire ancora una volta e anche quando imbarcazioni della società civile avevano preso a bordo queste persone non è stato poi concesso un porto sicuro in tempi brevi”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684