Multe over 50 no vax, arrivano le prime sanzioni a casa, ecco cosa sapere - QdS

Multe over 50 no vax, arrivano le prime sanzioni a casa, ecco cosa sapere

web-mp

Multe over 50 no vax, arrivano le prime sanzioni a casa, ecco cosa sapere

web-mp |
venerdì 04 Febbraio 2022 - 08:40

La legge prevede che la multa arrivi al domicilio con una cartella Agenzia delle Entrate. Cosa fare se si riceve, si può presentare una esenzione, quanto tempo per pagare, ricorso al Giudice di pace

Da febbraio gli over 50 che hanno scelto di non vaccinarsi o che non sono in regola con le dosi di vaccino, riceveranno una sanzione da 100 euro. La legge prevede che la multa arrivi direttamente a casa con una cartella dell’Agenzia delle Entrate.

Chi sono coloro che rischiano la multa e perché

A oggi le persone a rischio sanzione sono circa 1,5 milioni. Rischiano la multa coloro che non hanno iniziato il ciclo vaccinale primario e chi a decorrere dal 1 febbraio 2022 non ha effettuato la dose booster entro 6 mesi.

Obbligo vaccinale over 50, quando scade

L’obbligo vaccinale per gli over 50 scade il 15 giugno 2022 e dovrà essere rispettato anche da chi compie 50 anni entro quella data. L’obbligo vaccinale però non sussiste “in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni documentate, attestate dal medico di medicina generale dell’assistito o dal medico vaccinatore”.

I controlli dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate, in base agli elenchi predisposti dal ministero della Salute, incrociando i dati dei residenti con quelli dell’anagrafe vaccinale, invierà le multe a chi non è in regola.

I nominativi vengono rilevati dal Sistema Tessera Sanitaria e incrociati con la banca dati dell’anagrafe vaccinale, che raccoglie i dati regionali.

Le multe a domicilio, cosa fare e come pagare

Identificati i cittadini over 50 non immunizzati, le multe saranno inviate al domicilio. Dopo la ricezione della multa, si hanno 10 giorni per presentare un certificato medico di esenzione, che dovrà però essere valutato dalla Asl.

Se l’azienda sanitaria conferma la sanzione, l’Agenzia delle Entrate dovrà comunicare l’addebito alla persona multata entro 180 giorni. Chi viene multato ha in ogni caso 60 giorni di tempo per pagare oppure 30 giorni per presentare un ricorso al Giudice di pace.

Se si fa ricorso al Giudice di pace, però, in caso di una sentenza non favorevole c’è il rischio di essere condannati anche al pagamento delle spese di giudizio.

Dove finiscono i soldi dei no vax multati

Le somme ricevute dalle multe ai no vax over 50 saranno periodicamente versate dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione a un apposito capitolo del Bilancio dello Stato per essere riassegnate al Fondo emergenze nazionali.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684