Mutuo, scelta da non sottovalutare. Arriva la guida per giusta soluzione - QdS

Mutuo, scelta da non sottovalutare. Arriva la guida per giusta soluzione

redazione

Mutuo, scelta da non sottovalutare. Arriva la guida per giusta soluzione

martedì 18 Giugno 2019 - 00:01
Mutuo, scelta da non sottovalutare. Arriva la guida per giusta soluzione

Realizzata dall’Unione nazionale consumatori: risposte facili e dirette all’obiettivo. Tasso fisso o variabile, rata, importo e durata: come districarsi tra mille domande

ROMA – Ho dei soldi da parte, conviene utilizzarli, almeno in pare, per chiedere un mutuo più basso? Conviene rivolgersi alla propria banca? Le assicurazioni sul mutuo sono obbligatorie? Questi sono solo alcuni degli interrogativi che chi si appresta ad accendere un mutuo si pone. E conoscere la risposta giusta può fare la differenza tra un mutuo conveniente e un nutuo poco conveninte. È proprio da questa consapevolezza che nasce la Guida realizzata dall’Unione nazionale consumatori (Unc), in collaborazione con Gruppo MutuiOnline.

“C’è mutuo e mutuo. Trovare la giusta soluzione di mutuo significa risparmiare anche centinaia di euro all’anno. Tuttavia, per fare la scelta giusta è necessario confrontaree orientarsi tra le diverse offerte delle banche e oggi, grazie ai comparatori online, è più facile”. Con queste parole Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, ha presentato qualche settimana fa la Guida ‘Come scegliere il mutuo?’.

La guida, scaricabile sui siti www.consumatori.it e www.mutuionline.it, muove dalle domande e perplessità pervenute agli sportelli di assistenza dell’associazione dei consumatori, “è ricca infatti di risposte facili e dirette all’obiettivo: saper scegliere il mutuo che fa al caso proprio. Sono tanti i fattori da considerare che possono mandare in confusione: conviene un tasso fisso o variabile? Cosa considerare rispetto a Tan e Taeg? Come regolare rata, importo e durata del mutuo? Quali assicurazioni sul mutuo sono obbligatorie? La guida risponde a queste e molte altre domande e alla fine fornisce un utile vademecum con i consigli ‘da non dimenticare’”, spiega l’associazione.

“Scegliere un mutuo – afferma Dona – è una decisione ‘per la vita’, che può avere un peso sul bilancio familiare nel lungo periodo, per questo è fondamentale ponderare la scelta valutando importo, rata, durata, reddito, spese future. Altro aspetto da non sottovalutare sono le polizze assicurative: è bene tener presente che chi richiede il mutuo è libero di scegliere la compagnia assicuratrice e non deve necessariamente accettare la proposta di assicurazione fatta dalla banca. Per valutare tutti questi fattori è importante il supporto di esperti, senza lasciarsi influenzare dall’esperienza di amici e parenti: d’altronde non è detto che un mutuo adatto al nostro vicino sia perfetto anche per noi”, conclude.

“Occorre sfatare due miti – dichiara Roberto Anedda, Direttore Marketing di Gruppo MutuiOnline – la convenienza della propria banca ed il ‘fai da te’: raramente la propria banca è anche quella che offrele migliori condizioni di mutuo sul mercato e fare un mutuo con un’altra banca non obbliga a cambiare istituto né comporta un aggraviodi costi. Bisogna quindi valutare un ampio numero di diverse offerte e il ‘fai da te’ può generare errori. È bene confrontare molte offerte tramite i servizi che permettono di farlo in totale trasparenza, con la possibilità di godere anche di assistenza e consulenza per la scelta del mutuo”, conclude Anedda.

Quali sono le domande più frequenti

Cosa considerare nella scelta tra Tan e Taeg?
Il tasso di interesse (Tan) è importante, perché determina la rata e gli interessi del mutuo, che sono la componente principale di costo. Ci sono tuttavia altre voci di spesa (istruttoria, perizia, etc) che variano molto da banca a banca e che possono incidere notevolmente sul costo totale del mutuo, costo che viene misurato dal Taeg. Un mutuo con un Tan molto basso ma spese elevate puòavere un Taeg più elevato di un mutuo con Tan più elevato ma minori spese.Confrontare anche i Taeg è fondamentale quindi per valutare la reale convenienza delle varie offerte.

Se ho già un mutuo, posso cambiare le condizioni?
Rinegoziare le condizioni del mutuo con la banca è possibile, ma non è garantito cosa e quanto si riesce a modificare. Una soluzione è la surroga, applicabile solo ai mutui prima casa, che permette di trasferire il mutuo da una banca ad un’altra senza costi e modificando le condizioni. Si può così ottenere un tasso più basso, modificare il tipo di tasso e anche la durata del mutuo, e a seconda della propria convenienza si può così avere una rata minore, meno interessi o un mutuo più breve.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684