Niscemi e Gela alzano la voce su bollette e servizio idrico - QdS

Niscemi e Gela alzano la voce su bollette e servizio idrico

Liliana Blanco

Niscemi e Gela alzano la voce su bollette e servizio idrico

venerdì 19 Febbraio 2021 - 00:00

I costi sono ritenuti eccessivi, anche a fronte dei numerosi disagi che si verificano periodicamente nei vari Comuni. Si cercano soluzioni, anche dopo le segnalazioni degli utenti

CALTANISSETTA – Di nuovo in primo piano il problema delle bollette dell’acqua particolarmente salate. Questa volta il problema è stato sollevato a Niscemi, con le proteste di numerosi cittadini che, a fronte di un servizio privo di aderenza con il contratto – che prevede l’erogazione 24 ore su 24 – hanno manifestato il loro malcontento.

La questione è stata fatta propria dal presidente del Consiglio comunale, Fabio Bennici, che ha firmato un documento in cui il lavoro svolto dalla società di gestione del servizio idrico è stato duramente criticato. “Non c’è un sistema di lettura dei contatori – ha detto – che sembra autorizzare l’azienda a far lievitare i costi. Assistiamo a perdite cospicue che non vengono riparate per tempo e, con ogni probabilità, fanno lievitare i costi in bolletta. Questo stato di cose non è più accettabile”.

Gli ha fatto eco il presidente dell’Ati, il sindaco di Niscemi Massimiliano Conti: “La costituzione dell’Ati – ha assicurato – rappresenterà una garanzia per il consumatore”.

Nel frattempo a Gela sono stati registrati disservizi di un certo peso nei quartieri di Macchitella e Cantina sociale. E così anche l’Amministrazione retta da Lucio Greco ha appoggiato la battaglia del Civico consesso niscemese. “La dura presa di posizione – ha detto il primo cittadino gelese – del presidente del Consiglio comunale di Niscemi, Fabio Bennici, nei confronti di Caltaqua, responsabile di un servizio pessimo a fronte di bollette salatissime, conferma e avvalora il mio deciso intervento a seguito dei disservizi idrici di Macchitella e Cantina Sociale. Dovrebbe ormai essere chiaro a tutti, e soprattutto a chi, nella veste di rappresentante pubblico, è chiamato al controllo della gestione del servizio in difesa degli utenti, che occorre al più presto riaprire il dossier Caltaqua”.

“Occorre governare questi processi – ha aggiunto – per risolvere una volta per tutte gli innumerevoli disagi che vive la cittadinanza. Certe generiche rassicurazioni non bastano più. Bisogna agire e mettere nero su bianco, partendo dal lavoro svolto dalla Commissione di valutazione che, nella relazione finale, chiedeva la risoluzione anticipata del contratto, attese le gravi inadempienze”.

“Al presidente dell’Ati – ha sottolineato Greco – chiedo, dunque, cosa intenda fare in merito a questa richiesta e se non ritenga che sia il caso di istituire una Commissione tecnica ad hoc. Se la rescissione non dovesse essere possibile, che almeno si lavori per rimodulare il contratto e riequilibrarlo a favore degli utenti”.

“Non possiamo – ha concluso – far passare il messaggio che certe società private possano arricchirsi calpestando i diritti dei cittadini. Si chiedono, pertanto, risposte concrete. Risposte che bisogna dare al più presto, se non si vuole che si perda quel poco di fiducia rimasta nelle istituzioni”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684