Nubifragi e trombe d'aria nel Sud, l'estate non decolla - QdS

Nubifragi e trombe d’aria nel Sud, l’estate non decolla

web-la

Nubifragi e trombe d’aria nel Sud, l’estate non decolla

web-la |
domenica 18 Luglio 2021 - 19:29

Vento e pioggia, in alcuni casi nubifragi come nel caso di Palermo. Domenica dal sapore poco estivo per una fetta d'Italia, in particolare il Sud, colpito da una ondata di maltempo

Vento e pioggia, in alcuni casi nubifragi come nel caso di Palermo. Domenica dal sapore poco estivo per una fetta d’Italia, in particolare il Sud, colpito da una ondata di maltempo.

Una situazione metereologica che ha portato ad un sensibile abbassamento delle temperature dando un brusco “stop” alla bella stagione anche se da domani la situazione è data in miglioramento.

In nottata il capoluogo siciliano è stato investito da una vera e propria bomba d’acqua che ha provocato molti disagi al punto che i vigili del fuoco in tre ore, a partire dalle 4, hanno eseguito 27 interventi per soccorrere automobilisti rimasti intrappolati in strade e sottopassi. Ieri la Protezione Civile aveva diramato un’allerta arancione su tutta la Sicilia settentrionale per rischio idrogeologico e temporali.

Per liberare gli automobilisti sono intervenuti a supporto i sommozzatori, i pompieri del reparto fluviali e un mezzo anfibio. I vigili del fuoco di Palermo hanno, inoltre, eseguito oltre 30 servizi di controllo e verifiche in appartamenti e abitazioni dove la pioggia ha provocato infiltrazioni d’acqua e la presenza di crepe. Un temporale breve e violento, con forte raffiche di vento e pioggia battente, si è abbattuto nel primo pomeriggio su buona parte del Sud Salento.

I comuni più colpiti, con strade diventate ruscelli di acqua piovana, sono Maglie, Botrugno, Muro Leccese e Tuglie. Allagamenti si sono registrati anche nella zona industriale di Maglie, e a Muro Leccese si è creato un vortice che ha provocato la caduta di alcune luminarie e di grossi alberi. Allagati scantinati e cantine. In altre zone del Mezzogiorno a farla da protagonista è stato il vento. Sempre in Puglia, a Gallipoli, nella mattinata di oggi si è formata una spettacolare tromba marina che però non ha fortunosamente causato danni a cose o a persone.

Il passaggio del vortice, avvenuto nello specchio d’acqua lungo le mura del borgo antico in Salento, davanti alla spiaggia della Purità. Un fenomeno che ha attirato l’attenzione di numerosi vacanzieri che oggi, per via del maltempo, hanno preferito disertare le spiagge per visitare la città e non si sono lasciati sfuggire l’occasione di immortalare l’evento con foto e video. Il mare agitato, anche a causa delle raffiche, ha complicato per molti la possibilità di potere passare un week end immersi nell’acqua.

Momenti di paura si sono vissuti, ieri, al lago di Castel Gandolfo dove quattro ragazzi sono stati salvati dopo che il vento li ha trasportati al centro del lago mentre si trovavano a bordo di un pedalò e di un windsurf. Il maestrale ha, invece, alimentato le fiamme che in Sardegna sono arrivate a minacciare la periferia di Nuoro.

L’incendio si sta propagando nelle zona di Pratosardo fino a città Giardino, dove già ieri pomeriggio le fiamme avevano minacciato alcune abitazioni, quattro delle quali erano state evacuate. Le condizioni climatiche avverse potrebbero essere la causa di quanto avvenuto ieri a Palinuro, nel Cilento, dove una ragazza è stata trascinata al largo dalle forti correnti. Scattati immediatamente i soccorsi, la giovane è stata raggiunta e messa in salvo dai labrador Igor e Luna e dai loro compagni umani della “Scuola Italiana Cani Salvataggio”, che da anni contribuiscono al pattugliamento del litorale. In Lombardia, infine, un uomo di 46 anni è disperso nel Ticino dopo essersi tuffato per fare una nuotata nel fiume attualmente in piena. Ricerche sono in corso lungo un tratto pavese del corso d’acqua tra il Ponte in Barche a Bereguardo e la località Canarazzo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684