L’ombra della Dad, una famiglia su 4 è senza connessione a banda larga - QdS

L’ombra della Dad, una famiglia su 4 è senza connessione a banda larga

redazione

L’ombra della Dad, una famiglia su 4 è senza connessione a banda larga

martedì 11 Gennaio 2022 - 07:00

L’analisi Uecoop sui dati Istat per il rientro a scuola. Il 25% ha difficoltà a scaricare audio e video necessari per le lezioni

ROMA – In Italia più di una famiglia su 4 (25,3%) non dispone di un accesso Internet a banda larga in grado di supportare massicci flussi di dati e collegamenti audio video necessari alla Dad la didattica a distanza.

È quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su dati Istat in riferimento al rischio di ritorno alla Dad per studenti e docenti nel primo giorno di riapertura delle scuole nel 2022 con la spada di Damocle della variante Omicron.

“I problemi legati alla didattica pesano di più sulle regioni del Sud dove – evidenzia Uecoop – il divario digitale è maggiore”.

“Le regole di distanziamento e le precauzioni per limitare il diffondersi del contagio hanno comportato – sottolinea Uecoop – uno stravolgimento globale della scuola fra turni di ingresso, rimodulazione degli spazi e delle lezioni. Ma l’impatto della pandemia sulle lezioni e i cicli di apprendimento degli studenti rischia di costare al Paese uno svantaggio competitivo importante e a lungo termine con il resto del mondo”.

Una situazione che potrebbe aggravarsi presto visto che le previsioni dei presidi sul numero delle classi che presto entreranno in Dad sono tutt’altro che rosee. “La pandemia – ha dichiarato il presidente dell’Associazione nazionale Presidi Antonello Giannelli – sta andando avanti e non riusciamo a fermarla noi: i numeri degli alunni positivi sono in crescita. Non abbiamo numeri su quante sono le classi in Dad, solo il Ministero può darli, ma la previsione di Tuttoscuola di 200mila classi in Dad a sette giorni da oggi è facile da fare: basta applicare una crescita di tipo esponenziale e si arriva subito a questi numeri”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684