Operazione "Alto Impatto": sequestri e sanzioni a Palermo - QdS

Operazione “Alto Impatto”: sequestri e sanzioni a Palermo

webms

Operazione “Alto Impatto”: sequestri e sanzioni a Palermo

webms |
lunedì 16 Maggio 2022 - 12:33

A Palermo la Polizia di Stato ha effettuato controlli nei quartieri Zisa e Albergheria. Ecco i provvedimenti presi e le sanzioni elevate.

La Polizia di Stato di Palermo, con l’operazione “Alto Impatto”, prosegue i servizi straordinari di controllo del territorio orientati al contrasto a ogni forma di illegalità diffusa. Si prosegue anche con gli accertamenti di natura amministrativa e la prevenzione dei reati in genere.

Nel corso dell’ultima settimana, gli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza “Zisa” e “Oreto-Stazione”, della squadra mobile e del Reparto Prevenzione Crimine, assieme al personale dell’ASP per i settori di competenza, hanno effettuato controlli su strada. Nello specifico, si è proceduto a controlli di natura amministrativa a esercizi commerciali nei quartieri Albergheria e Zisa.

Operazione “Alto Impatto” a Palermo: l’esito dei controlli

A Zisa, gli agenti hanno arrestato un palermitano, pregiudicato e destinatario di avviso orale, per il reato di furto aggravato. I poliziotti, infatti, hanno sorpreso l’uomo mentre rubava il catalizzatore di una Smart, in concorso con altri soggetti in corso di identificazione. A suo carico si è inoltre proceduto a perquisizione personale, con conseguente sequestro di arnesi atti allo scasso. Il provvedimento è già stato convalidato dall’autorità giudiziaria.

Sono stati eseguiti, inoltre sempre nel citato quartiere, controlli amministrativi in due esercizi commerciali con identificazione e controllo degli avventori. L’attività ha permesso di constatare ai gestori tre violazioni amministrative, riscontrando carenze strutturali e mancata attività di autocontrollo relativa alla normativa H.a.c.c.p. Pertanto, gli esercizi hanno ricevuto sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a 4.000 euro .

Prevenzione spaccio a Zisa e Albergheria

Nell’ambito di alcuni controlli per contrastare il fenomeno dello spaccio di droga, gli agenti del commissariato Zisa hanno, inoltre, trovato – grazie all’ausilio dei cinofili – una busta in cellophane contenente 5 stecche di hashish vicino alla ruota posteriore di un’auto in sosta. Inoltre, non molto distante, su un muretto di cinta vicino a una scuola materna, c’era anche un borsello contente 250 euro in contanti e 78 stecche di hashish. Il tutto è stato sottoposto a sequestro nei confronti di ignoti.

Complessivamente nel corso dell’ultima settimana, nei quartieri Zisa e Albergheria, sono state identificate 459 persone, 175 delle quali con precedenti penali, controllate 199 vetture ed elevate 30 sanzioni ai sensi del Codice della Strada. In più, 3 veicoli sono stati sequestrati amministrativamente. Sono stati 78 i controlli e gli arrestati domiciliari.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684