Priolo, la Riserva naturale si prepara alla rinascita - QdS

Priolo, la Riserva naturale si prepara alla rinascita

Luigi Solarino

Priolo, la Riserva naturale si prepara alla rinascita

mercoledì 24 Febbraio 2021 - 00:00

A due anni dall’incendio che distrusse buona parte delle Saline, tutto è pronto per la riqualificazione. Il primo passo: rivitalizzare l’area tramite la messa in dimora di più di 200 piante tipiche

PRIOLO GARGALLO (SR) – A due anni di distanza dall’incendio che la distrusse quasi del tutto, la Riserva naturale delle Saline di Priolo si sta avviando alla rinascita.

In questi giorni si è svolto l’evento “Tree is life – 2.0 Un Augurio di nascita”, organizzato in collaborazione tra la Lipu, associazione che gestisce la Riserva, il Comune di Priolo Gargallo, l’Università di Catania, e l’associazione Francese Pim.

Lo scopo di detto evento è stato quello di contribuire alla piantumazione di essenze tipiche del Mediterraneo ad opera dei cittadini. Inoltre, tale attività, rientra nel progetto MedIsWet della fondazione Mava (Mava, Fondation pour la Nature, Gland – Svizzera) e si prefigge la finalità del restauro della vegetazione degli ambienti naturali per un sostanziale contributo al miglioramento della stessa vita umana.

Nel corso della manifestazione, infatti, sono state messe a dimora ben 200 piante di Lentisco e Ginepro, tipiche degli ambienti sabbiosi e retrodunali, messe a disposizione dall’assessorato regionale Risorse agricole e Alimentari – dipartimento regionale Sviluppo rurale e Territoriale – Servizio per il Territorio di Siracusa.

Questa fornitura di piante rientra nell’ambito dell’accordo sottoscritto nel febbraio del 2020 che prevede una disponibilità complessiva di quasi 1000 alberi. La manifestazione si è svolta sotto i più rigidi protocolli sanitari in materia di prevenzione della pandemia di Covid-19 e l’ingresso in riserva è stato consentito solo a coloro che avevano precedentemente prenotato.

Alla piantumazione hanno presenziato il sindaco di Priolo, Giuseppe Gianni, il presidente del Consiglio comunale, Alessandro Biamonte, gli assessori, Diego Giarratana e Antonino Margagliotti.

“Dopo questo lungo periodo di lockdown – ha dichiarato il direttore della Riserva, Fabio Cilea – abbiamo colto la possibilità che il Decreto nazionale anti-Covid prevedeva, di organizzare attività a numero chiuso nelle aree verdi, per riprendere l’attività fondamentale di piantumazione di alberi. Gli alberi sono vita, ovunque, e ancora di più in un territorio come quello di Priolo Gargallo; piantarli significa dare un futuro alle nuove generazioni”.

“Il Lentisco e il Ginepro – ha proseguito Cilea – sono importanti in quanto tendono a stabilizzare le dune, ma soprattutto rendono possibile il ritorno ad una biodiversità del territorio che al momento è fortemente compromessa dalla presenza di specie alloctone. La Riserva è un Sito Natura 2000 e grazie ad una serie di accordi con il Comune di Priolo e a importanti finanziamenti europei, ripristineremo le vecchie strutture della vegetazione delle Saline per migliorare la biodiversità dell’area”.

“L’iniziativa rientra nella fattiva collaborazione che ormai da diversi anni va avanti tra Lipu e Comune. Che ben vengano queste attività e che siano sempre più numerose- ha concluso -. Siamo giunti quasi alla fine di questo lunghissimo periodo burocratico di ricerca di autorizzazioni per poter riaprire la Riserva”.

“L’auspicio – ha aggiunto il sindaco Gianni – è proprio quello di restituire la Riserva alla fruizione pubblica e stiamo lavorando affinché questo avvenga nel più breve tempo possibile. Abbiamo intenzione di valorizzare l’area; per questo sono stati concessi alcuni terreni di proprietà comunale e appena la pandemia ce lo consentirà organizzeremo una serie di eventi a carattere educativo, culturale e sociale”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684