Dopo gli eccessi delle Feste dalla Gran Bretagna arriva il Dry January - QdS

Dopo gli eccessi delle Feste dalla Gran Bretagna arriva il Dry January

redazione

Dopo gli eccessi delle Feste dalla Gran Bretagna arriva il Dry January

mercoledì 05 Gennaio 2022 - 02:15

Il buon proposito: recuperare benessere e forma fisica. La sfida con se stessi: trenta giorni di “detox” dalle bevande alcoliche

LONDRA – Tra i buoni propositi dell’anno che inizia c’è sempre quello di purificarsi dopo gli eccessi delle Feste.

Ma come fare? Il Dry January, tendenza già consolidata da tempo in Gran Bretagna, prevede di dedicarsi 30 giorni di detox dalle bevande alcoliche. Lyre’s, brand distillati analcolici, torna a proporre, in partnership con Alcohol Change Uk, un mese senza alcool ma senza rinunciare a occasioni di socialità, e al gusto dei drink iconici. Una sfida per ripensare al proprio rapporto con l’alcool e un’occasione per depurare corpo e mente.

Che sia per esigenze nutrizionali, per via di un particolare regime alimentare, o per puntare a una rapida remise en forme e ad un periodo di depurazione, sono sempre di più i consumatori che scelgono un’alternativa responsabile all’alcool, specie dopo le festività natalizie e i relativi stravizi ed eccessi calorici.

I dati a riguardo sono impietosi: si stima che dal 24 dicembre al 6 gennaio l’aumento di peso possa raggiungere gli oltre 2 kg ingerendo fino a 20.000 kcal tra cenoni, pranzi, festeggiamenti. Un ruolo importante lo gioca l’alcol.

Quella di ridurre il livello dell’alcol consumato è dunque diventata una vera e propria tendenza che porta questa “sfida con se stessi” a diventare una buona abitudine diffusa. Nell’anno appena trascorso, sono state 6.5 milioni le persone che hanno aderito al Dry January e che, a partire da lì, hanno decisamente moderato il loro consumo di alcool. Non solo, secondo gli attivisti di Alcohol Change Uk, per chi si mette in gioco i vantaggi sono molti: il 70% di chi ha aderito alla challenge ha migliorato la qualità del sonno, il 66% si è sentito più energico e l’86% ha risparmiato denaro.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684