Reputazione turistica, Sicilia all’ottavo posto - QdS

Reputazione turistica, Sicilia all’ottavo posto

Serena Giovanna Grasso

Reputazione turistica, Sicilia all’ottavo posto

sabato 07 Settembre 2019 - 03:00
Reputazione turistica, Sicilia all’ottavo posto

Demoskopika: l’Isola totalizza un punteggio pari a 99,5 punti. Trentino (112,5), Emilia (109,7) e Veneto (106) aprono la classifica
La nostra regione consegue risultati positivi in merito alla “popolarità della destinazione” (109,3) e alla “reputazione social” (103,3)

PALERMO – Visibilità e interesse dei portali turistici istituzionali regionali, social appeal, popolarità, fiducia e tendenze, e reputazione del sistema ricettivo: sono questi gli indicatori presi in considerazione dall’istituto Demoskopika nel calcolo dell’indice “Regional tourism reputation 2019”, che restituisce alla Sicilia un ottavo posto in Italia e primo tra le regioni del Mezzogiorno (con un punteggio pari a 99,5 punti, inferiore di 13 punti rispetto ai 112,5 del Trentino Alto Adige, prima regione in Italia, e otto punti superiore rispetto ai 91,7 del Molise, Cenerentola d’Italia).

L’istituto Demoskopika, nel tentativo di approfondire l’analisi sulle principali dinamiche che caratterizzano la costruzione della reputazione turistica a livello regionale, ha realizzato una ricerca nella quale ha voluto evidenziare il grado di attenzione della “comunità turistica” nei confronti dell’offerta promossa dalle regioni italiane. Oltre al Trentino Alto Adige, ai primi posti della classifica troviamo l’Emilia Romagna (109,7), Veneto (106), Lombardia (105,2), Marche (100,7) e Toscana (100,3). Mentre chiudono Sardegna (93,3), Calabria (92,5) e il già citato Molise.

Proprio la nostra regione consegue risultati abbastanza positivi in riferimento alla popolarità della destinazione: infatti, con un punteggio pari a 109,3, ci collochiamo al quarto posto, subito dopo Veneto (110,6), Toscana (112,6) ed Emilia Romagna (119,8). L’indicatore consente di esaminare e confrontare la popolarità della destinazione attraverso la media dell’andamento del termine “nome della destinazione” (ad esempio, “Sicilia”) per ciascuna regione rilevata da Google trends e categorizzata per il filtro “viaggi”. L’arco temporale preso in considerazione è compreso tra il 25 marzo 2018 e il 23 marzo 2019.

Un buon punteggio è stato totalizzato anche in riferimento alla “reputazione social”: infatti, anche in questo caso, la Sicilia si colloca al quarto posto (103,3), subito dopo Emilia Romagna (103,7), Marche (111,8) e Trentino Alto Adige (125,6). L’indicatore è la sintesi dei risultati prodotti sui social Instagram, Facebook e Twitter. All’interno dei suddetti social l’indicatore misura, attraverso il conteggio dei follower e like, il livello di preferenza e di interesse della pagina Instagram, Facebook e Twitter del portale istituzionale del turismo di ciascuna regione.

Risultati decisamente più deludenti caratterizzano la valutazione del sistema ricettivo: infatti, in questo caso, la Sicilia si colloca tra gli ultimi cinque posti in Italia (93,2). Peggio fanno solo Calabria (92,2), Toscana (91,6), Puglia (89,8) e Sardegna (87,7). Ai primi posti troviamo, invece, Lazio (112,2), Emilia Romagna (110) e Trentino Alto Adige (108,7). L’indicatore, generato dal rapporto tra le strutture valutate dagli ospiti in modo positivo sul totale delle strutture trovate sui canali Booking, Expedia e TripAdvisor, misura la reputazione dell’offerta ricettiva per ciascuna destinazione turistica regionale.

“Per accrescere la loro reputazione – commenta Raffaele Rio, presidente di Demoskopika – le destinazioni turistiche devono saper scommettere sul passaparola 2.0 che ha letteralmente influenzato il mercato turistico generando una nuova generazione di consumatori.

Ogni recensione positiva o negativa, che viene condivisa con una moltitudine di persone tramite i social, genera un immenso e costante flusso di informazioni condizionando la scelta del turista e contribuendo a determinare una crescita o una perdita della credibilità della destinazione turistica. In questo modo, vince chi è più capace di suscitare interesse per le destinazioni”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684