Rifiuti, la provincia di Siracusa sull’orlo dell’emergenza - QdS

Rifiuti, la provincia di Siracusa sull’orlo dell’emergenza

Luigi Solarino

Rifiuti, la provincia di Siracusa sull’orlo dell’emergenza

mercoledì 15 Settembre 2021 - 00:10

Ridotta capacità della discarica di contrada Coda Volpe. L’allarme del presidente della Srr e sindaco di Siracusa, Italia: "Difficoltà che rischia di mettere in crisi l’intero sistema di raccolta"

SIRACUSA – Si profila una vera e propria emergenza rifiuti per tutti i Comuni della provincia.

L’allarme viene lanciato dal presidente della Srr (Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti) di Siracusa nonché primo cittadino aretuseo, Francesco Italia, sui rischi collegati alla ridotta capacità della discarica di rifiuti indifferenziati di contrada Coda Volpe.

“La ridotta capacità di ricevimento di rifiuto indifferenziato da parte della discarica di contrada Coda Volpe della Sicula Trasporti – dichiara Francesco Italia – pone tutti i 21 Comuni della Srr di Siracusa davanti a una difficoltà oggettiva che rischia di mettere in crisi l’intero sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Già a Siracusa ci troviamo costretti a sospendere la raccolta delle frazioni di plastica e metallo: una scelta dolorosa ma necessaria in attesa che i tecnici e la società di gestione del servizio trovino delle soluzione adeguate per evitare l’emergenza”.

“Come sindaci non abbiamo smesso un solo istante di manifestare la nostra preoccupazione alla Regione sin da quando, la scorsa primavera, la società annunciò la progressiva riduzione delle capacità della discarica – continua Italia – . In questi sei mesi, però, non abbiamo ricevuto soluzioni capaci di fronteggiare l’emergenza se non quella di trasferire i rifiuti indifferenziati in altre regioni con un conseguente aggravio di costi che si scaricherebbe, in mancanza di risorse aggiuntive, sui cittadini attraverso l’aumento della Tari”.

L’emergenza che si profila davanti a noi non è di facile soluzione e richiede una risposta adeguata e di sistema – aggiunge il presidente della Srr -. Mercoledì (oggi ndr) ci recheremo a Palermo per incontrare l’assessore dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità, Daniela Baglieri, e i vertici del Dipartimento dell’acqua e dei rifiuti. Saremo determinati a chiedere soluzioni strutturali e, da subito, scelte per fronteggiare un’emergenza che rischia di gettare alle ortiche gli sforzi compiuti dai comuni e dai cittadini per incrementare la raccolta differenziata ai livelli che la stessa Regione ci ha chiesto per metterci in linea con il resto d’Italia”.

“L’attuale capacità della discarica di contrada Coda Volpe è ridotta a meno della metà rispetto a sei mesi or sono – spiega Francesco Italia – . Ciò vuol dire che sempre più spesso i camion pieni di rifiuti indifferenziati saranno rimandati indietro o dovranno attendere ore ed ore per poter scaricare, innescando un effetto domino destinato a riflettersi sui turni di raccolta porta a porta delle altre frazioni di rifiuti”.

“Come sindaco di Siracusa ma, soprattutto, come presidente della Srr – conclude – sento di dover fare un appello a tutti affinché collaborino per evitare che la situazione precipiti. Invito i cittadini a compiere uno sforzo aggiuntivo nel separare le frazioni di rifiuto così da ridurre la quantità di indifferenziato prodotta. Lanciamo un segnale al governo regionale e rivendichiamo con orgoglio, facendo ancora di più, l’impegno messo in questi anni per difendere e valorizzare i nostri territori”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x