Scuola, l'ex ministro Azzolina, "Perso un anno, riapertura è un bluff" - QdS

Scuola, l’ex ministro Azzolina, “Perso un anno, riapertura è un bluff”

web-mp

Scuola, l’ex ministro Azzolina, “Perso un anno, riapertura è un bluff”

web-mp |
sabato 08 Gennaio 2022 - 09:28

Azzolina, ""Bisogna fare di tutto per garantire la scuola in presenza: ma una scuola che funzioni, non un parcheggio senza docenti né supplenti"

“I presidi vanno ascoltati. Sono due anni che si prendono grandi responsabilità e che fanno funzionare le cose. Va riavviato il dialogo con loro, immediatamente. Non chiedono la luna, ma interventi credibili: mascherine Ffp2 e poi il personale, non solo non è aumentato, ma è stato tagliato. Ora con i nuovi contagi mancheranno migliaia di docenti e di supplenti”.Così l’ex ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina in un’intervista al fatto Quotidiano, commenta la situazione contagi nelle scuole.

“Bisogna fare di tutto per garantire la scuola in presenza: ma una scuola che funzioni, non un parcheggio senza docenti né supplenti” ha spiegato l’ex ministra che poi si chiede: “Quale genitore manderà i figli a scuola sapendo che ci sono due positivi in classe? In Francia per un positivo si fanno tre test a tutti nei giorni successivi, test gratuiti in farmacia. Da noi si è deciso il contrario: visto che non siamo in grado di fare il tracciamento, diminuiamo per norma i test. La verità è che sul tracciamento siamo fermi al 2020. Dov`è il piano del generale Figliuolo per un maxi-screening degli studenti prima del rientro ?

“La priorità – prosegue – alla scuola la dai in un modo solo: mettendoci i soldi. Altrimenti sono solo parole. Nella scorsa legge di Bilancio furono stanziati 3 miliardi, in questa 800 milioni… Le vaccinazioni sono fondamentali perché abbattono i numeri su malattia grave e mortalità, ma sulla scuola è oggettivo: non è stato previsto altro. E oggi si è in difficoltà”

Cosa si dovrebbe fare per tenere i ragazzi al sicuro?

“Mascherine Ffp2 fornite a tutto il personale e raccomandate agli studenti con sconti per le famiglie. Subito fondi per personale aggiuntivo fino a giugno, per tornare a distanziamento e sdoppiamento classi. E, se la situazione peggiora, meglio una percentuale di rotazione in presenza. Una scuola tutta aperta, ma per finta, non serve”. (ASKANEWS)

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684