Scuola, Maturità, forse una sola prova scritta, ma esame serio - QdS

Scuola, Maturità, forse una sola prova scritta, ma esame serio

redazione web

Scuola, Maturità, forse una sola prova scritta, ma esame serio

giovedì 21 Gennaio 2021 - 06:14
Scuola, Maturità, forse una sola prova scritta, ma esame serio

La Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina ha rivolto un invito a decidere presto durante un incontro di ieri sera con le forze della maggioranza, sottolineando che "occorre dare certezze agli studenti". L'assicurazione che la prova "sarà completa"

Riunione di maggioranza, ieri a tarda sera, per decidere che volto dare all’esame di maturità 2021.

Con una parola d’ordine: fare presto.

“Dobbiamo decidere a breve” per “dare certezze” alle scuole e agli studenti e “offrire un quadro chiaro”, ha detto la ministra Lucia Azzolina intervenendo all’incontro con gli esponenti delle Commissioni competenti di Camera e Senato.

Nulla di definitivo stato ancora deciso ma è stato stabilito che la prossima Maturità “terrà conto dell’anno in corso” ma dovrà essere comunque un esame “completo, serio, capace di offrire un quadro adeguato delle competenze degli studenti”.

I parlamentari hanno manifestato la necessità di tener conto del quadro che le scuole stanno vivendo, anche alla luce delle diverse ordinanze regionali, senza però sminuire il valore e l’importanza dell’esame.

Il Ministero sta infatti ascoltando, in questi giorni, le voci e le proposte proprio di studenti, famiglie, associazioni dei docenti e sindacati.

Due le ipotesi secondo indiscrezioni alle quali si starebbe lavorando.

La prima ricalca l’esame dello scorso anno, con una sola prova orale in presenza, davanti a una commissione di docenti interni.

La seconda ipotesi prevede invece una sola prova scritta (invece di due) e una prova orale.

E’ molto probabile comunque che non ci sarà una ammissione generalizzata, come ci fu un anno fa.

Come che le prove Invalsi (che probabilmente si faranno) e l’alternanza scuola lavoro non saranno requisito per l’ammissione.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684