Scuola, si riparte con la dad per Siracusa e provincia - QdS

Scuola, si riparte con la dad per Siracusa e provincia

web-mp

Scuola, si riparte con la dad per Siracusa e provincia

web-mp |
mercoledì 12 Gennaio 2022 - 18:08

La scelta di riaprire l'anno scolastico con la dad si è resa inevitabile. Si parte da domani e fino al 19 gennaio. Ecco dove

Riapriranno domani le scuole in Sicilia, ma in provincia di Siracusa inizieranno, quasi tutti in didattica a distanza.

La task force regionale, riunita questa mattina, ha alla fine deciso di optare sulla ripresa in presenza delle lezioni e di non di non prorogare, ancora una volta, il rinvio. Anche se non sarà semplice procedere alla prosecuzione della vita scolastica, dopo la decisione dei giorni scorsi di rimandare l’apertura.

Siracusa e provincia, i Comuni in zona Arancione

Come disposto dall’ordinanza, dello scorso 7 gennaio, firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe, per contenere i contagi da Coronavirus, sono in zona arancione nella provincia di Siracusa, ad Augusta, Avola, Canicattini Bagni, Carlentini, Floridia, Francofonte, Lentini, Melilli, Noto, Pachino, Palazzolo Acreide, Portopalo di Capo Passero, Priolo Gargallo, Rosolini, Siracusa, Solarino, Sortino. Di questa sera, una nuova ordinanza ha stabilito la zona arancione anche per i Comuni di Buccheri, Buscemi e Ferla, nel Siracusano, nei quali da venerdì 14 e fino al 26 gennaio (compreso) saranno introdotte le misure restrittive anti Covid. Solo Cassaro, rimane in zona gialla.

Niente scuola, a Siracusa solo dad fino al 19 gennaio

Si tratta, quindi, di 17 comuni su 21. E’ concesso ai sindaci ordinare la dad “previo parere tecnico sanitario conforme dell’Asp”. Cosa che è già accaduta per il primo cittadino di Siracusa, Francesco Italia, che in questi minuti ha disposto con ordinanza sindacale, dal 13 gennaio 2022 e fino al 19 gennaio 2022 compreso, la sospensione totale delle attività didattiche in presenza con conseguente adozione della dad per le scuole dell’infanzia, della primaria e della secondaria di primo e secondo grado, pubbliche, private e paritarie presenti sul territorio comunale.

Sempre nell’ordinanza si legge, “Si garantisce la possibilità di svolgere attività in presenza, qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali”.

Dopo Siracusa, anche gli altri Comuni del siracusano in zona arancione, provvederanno ad emettere ordinanza ed informare i dirigenti scolastici. Fino al 19 gennaio nel siracusano si riparte, allora, in dad. Anche se i presidi, speravano diversamente.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684