Sergio Mattarella, il nostro Presidente della Repubblica - QdS

Sergio Mattarella, il nostro Presidente della Repubblica

Patrizia Penna

Sergio Mattarella, il nostro Presidente della Repubblica

sabato 13 Novembre 2021 - 03:20

Bis al Colle? Improbabile. Intanto, però, è entrato nel cuore degli italiani

Resta o va via? Gli interrogativi e le incertezze sul secondo mandato del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, stanno letteralmente tormentando la politica di casa nostra che si interroga con cadenza quotidiana sugli scenari possibili: bis di Mattarella Capo dello Stato e Draghi presidente del Consiglio? Oppure sarà l’attuale presidente del Consiglio ad andare al Colle?

Il toto Quirinale, però, non sembra appassionare i diretti interessati. Ad eccezione, forse, del “terzo incomodo”: Silvio Berlusconi, un’altra opzione che la politica sta valutando. Il leader di Forza Italia, inutile nasconderlo, da tempo accarezza l’idea di un incarico al Colle e nel frattempo spinge affinché Draghi resti al suo posto fino al 2023.

Sergio Mattarella è stato il primo siciliano a ricoprire la carica di presidente della Repubblica. Il 31 gennaio 2015 è stato eletto con 665 voti, poco meno di due terzi dell’assemblea elettiva, prestando giuramento e insediandosi al Quirinale il successivo 3 febbraio.

Da allora, per lui, mai un’esitazione, mai una sbavatura: ha svolto il suo incarico con esperienza e saggezza.
Lo abbiamo visto esultare in tribuna per la vittoria degli Azzurri agli Europei di calcio. Ma lo abbiamo visto anche portare Mario Draghi a Palazzo Chigi e, con grande sobrietà e senso delle istituzioni, gettare le basi per un governo (finalmente) di alto profilo di cui il nostro Paese aveva disperato bisogno.

A breve al Quirinale si giocherà la partita più difficile e incerta degli ultimi anni e, anche se Mattarella ha lasciato intendere che dirà no al bis, non escludiamo ci possano essere colpi di scena.

Tuttavia, una cosa è certa: Sergio Mattarella è entrato nel cuore degli italiani. Non è stato solo il Garante della Costituzione, lo è stato nel periodo più difficile e più drammatico della storia italiana dal secondo dopoguerra. Quello attorno al Quirinale è stato definito un dibattito poco elegante, visto che Mattarella è ancora in carica.

Ripetiamo, non sappiamo quale sorpresa ci riserverà il futuro ma oggi è Mattarella il nostro presidente della Repubblica. Ed è a lui che va la riconoscenza e la gratitudine di tutti gli italiani.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684