Sfiducia, Orlando sfida le opposizioni in Aula - QdS

Sfiducia, Orlando sfida le opposizioni in Aula

redazione

Sfiducia, Orlando sfida le opposizioni in Aula

martedì 01 Settembre 2020 - 15:57
Sfiducia, Orlando sfida le opposizioni in Aula

La provocazione del primo cittadino ai rivali politici, "calendarizzare subito l'atto in Consiglio comunale". Intanto Movimento 5 stelle e Lega cercano tra la maggioranza i voti di possibili scontenti

E alla fine, mozione di sfiducia fu. È stato trasmesso tramite Pec, infatti, il documento che punta a concludere anzitempo l’esperienza Amministrativa del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Un’iniziativa sostenuta in particolare dai rappresentanti di Lega e Movimento 5 stelle in Consiglio comunale.

“Sono tante – ha sottolineato il capogruppo pentastellato Antonino Randazzo – le questioni irrisolte: dai cimiteri ai rifiuti, dalla cattiva manutenzione di strade e impianti sportivi e del verde alla mancanza di vera visione ambientale e del centro storico di Palermo. Non possiamo attendere il 2022. Palermo merita di voltare pagina”.

L’esito della mozione appare però molto incerto, come confermato dal capogruppo della Lega a Palazzo delle Aquile, Igor Gelarda. “Si tratta di un atto importante – ha spiegato – ma che rischia di restare solo un atto politico, una protesta dura, ma senza effetti pratici, se oltre ai 19 firmatari del documento non ci saranno altri cinque consiglieri comunali della maggioranza che, appena il documento verrà portato in Aula (e cioè entro trenta giorni), non decideranno di votare la sfiducia. Chi non voterà questa mozione non avrà più scuse davanti agli occhi dei palermitani”.

Non sembra per nulla intimorito il sindaco Orlando, che ha chiesto anzi al presidente Salvatore Orlando di calendarizzare l’atto in Consiglio comunale nel più breve tempo possibile. “Lo scrivente e tutti i componenti della Giunta – ha fatto sapere il primo cittadino in una nota – non parteciperanno fino a quella data ai lavori del Consiglio comunale e delle Commissioni”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684