Il M5s, “In Sicilia, i fondi europei promessi restano nel cassetto” - QdS

Il M5s, “In Sicilia, i fondi europei promessi restano nel cassetto”

redazione

Il M5s, “In Sicilia, i fondi europei promessi restano nel cassetto”

martedì 28 Luglio 2020 - 00:00
Il M5s, “In Sicilia, i fondi europei promessi restano nel cassetto”

Lo ha detto il deputato regionale Sunseri. Gli assessori regionali Falcone e Turano sarebbero "in confusione totale" e per "l’incapacità di questo governo non un solo euro di aiuti è andato ai siciliani. Solo Palermo rischia di perdere novanta milioni di euro di infrastrutture”

“Bruxelles attende ancora le riprogrammazioni dei fondi europei della Regione Siciliana. A causa della ormai proverbiale lentezza e inefficienza del governo targato Musumeci, la Commissione Europea potrebbe nel frattempo definanziare 90 milioni di euro per la realizzazione di un’importantissima opera infrastrutturale di Palermo come la Tratta B del passante ferroviario Notarbartolo. Nei prossimi giorni la Regione dovrà presentare delle controdeduzioni per correggere i problemi sollevati da Bruxelles ed evitare questa batosta. In ogni caso oltre all’incapacità ormai conosciuta dai siciliani del governo regionale, si aggiunge lo stato confusionale dei suoi assessori. Inoltre a quasi tre mesi dal varo della Finanziaria di Musumeci, ad oggi non un solo euro è arrivato nelle tasche dei siciliani”. A dichiararlo è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle Luigi Sunseri, componente della Commissione Bilancio all’Ars a proposito delle dichiarazioni rese alla stampa dagli assessori Falcone e Turano su infrastrutture e programmazione.

“Leggiamo sulla stampa – spiega Sunseri – dichiarazioni dell’assessore Falcone in cui, probabilmente in preda alla classica insolazione estiva, attribuisce ad Anas, Stato e Commissione Europea responsabilità su un fantomatico definanziamento di 420 milioni di euro per la realizzazione della strada Agrigento-Caltanissetta. Ebbene, l’assessore sbaglia in maniera imbarazzante dato che nessuno ha chiesto un centesimo indietro anzi la Commissione ha anche fasato sulla programmazione 2014/2020 il grande progetto che era stato parzialmente certificato nella programmazione precedente. Forse Falcone parla di un’altra strada, la Siracusa-Gela per la quale il progetto non è stato completato né è operativo, ma le cifre sono ben diverse. C’è poi la questione relativa alla riprogrammazione post-covid-19 più volte sollecitata da Bruxelles e per la quale la Regione continua ad annaspare. La Commissione attende infatti da marzo/aprile (cioè da quando sono stati approvati i regolamenti UE n. 460/2020 e n. 558/2020) una proposta di riprogrammazione post-covid-19. Inoltre del miliardo e 400 milioni di euro dei fondi POC, il programma operativo complementare, ancora nemmeno l’ombra e non per colpa di Bruxelles. Di questo che ne pensa l’Assessore Armao? Sarebbe bastato seguire l’esempio di Puglia, Campania e altre Regioni che hanno già pubblicato bandi immediatamente operativi che stanno consentendo ristori alle imprese, al turismo, all’artigianato e il potenziamento del sistema scolastico. In Sicilia invece nulla di tutto questo e anzi i siciliani assistono sempre più nauseati al continuo insopportabile scarico di responsabilità verso Stato Centrale e Commissione Europea, quando se i soldi non arrivano è colpa esclusivamente della Regione Siciliana” – conclude Sunseri.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684