Sicilia, gratuiti gli esami preventivi dei tumori ereditari femminili - QdS

Sicilia, gratuiti gli esami preventivi dei tumori ereditari femminili

redazione

Sicilia, gratuiti gli esami preventivi dei tumori ereditari femminili

mercoledì 15 Gennaio 2020 - 17:58
Sicilia, gratuiti gli esami preventivi dei tumori ereditari femminili

L’assessore della Salute, Ruggero Razza ha istituito l’apposito codice di esenzione. Le donne a rischio saranno indirizzate alla consulenza generica e al test

PALERMO – Gratuiti gli esami preventivi dei tumori ereditari femminili. Grazie all’istituzione del codice di esenzione D99 – dell’assessore della Salute Ruggero Razza, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – da oggi può essere assegnato per ottenere gratuitamente tutti gli esami preventivi e accedere ai programmi di sorveglianza.

L’accesso sarà riservato alle donne residenti nell’isola, con una storia familiare di soggetti che hanno contratto il cancro all’ovaia o alla mammella. Le prestazioni specialistiche saranno interamente a carico del Servizio sanitario regionale.

La Sicilia si riscopre tra le poche regioni d’Italia a dotarsi di questa misura che rientra nelle attività di prevenzione. Per ottenere il codice d’esenzione occorrerà sottoporsi al questionario somministrato dal medico di base o dai consultori, anche su richiesta dell’interessata, in assenza di un qualsiasi sintomo. Se si risulta a rischio si sarà indirizzate alla consulenza generica e al test che segnalerà una eventuale manutenzione dei geni Brca1 e Brca2.

Il primo modo di procedere, ricorda l’esperto, “è stato già applicato in passato nei casi dell’amianto, del mercurio, della formaldeide, con i risultati di cui tutti siamo a conoscenza. In generale – conclude – il presidente di Sima, “i cittadini possono decidere di adottare misure e comportamenti pratici per ridurre l’esposizione ai campi elettromagnetici.

Va precisato che si tratta solo di consigli, che non si basano assolutamente sulla comprovata pericolosità dei campi elettromagnetici ai livelli che si riscontrano nella vita di tutti i giorni. Solo la realizzazione di attività condivise, che coinvolgano le istituzioni e il mondo accademico per il trasferimento adeguato delle conoscenze scientifiche al pubblico, consentirà di affrontare in maniera adeguata il tema degli effetti sanitari legati alle emissioni elettromagnetiche”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684