Prevenzione incendi, ordinanza per pulizia dei fondi incolti - QdS

Prevenzione incendi, ordinanza per pulizia dei fondi incolti

Luigi Solarino

Prevenzione incendi, ordinanza per pulizia dei fondi incolti

mercoledì 20 Maggio 2020 - 00:00
Prevenzione incendi, ordinanza per pulizia dei fondi incolti

Tra il 15 giugno e il 15 ottobre sarà vietato “compiere ogni azione che genera fiamme libere”. L’Amministrazione: “Importante che tutti i cittadini si tengano informati sui comportamenti da adottare”

SIRACUSA – Con la stagione estiva ormai alle porte si ripresenta puntuale il grave problema degli incendi. Di conseguenza è opportuno adottare delle misure di prevenzione. A tal proposito il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, ha emesso un’apposita ordinanza in materia di prevenzione dagli incendi e per la pulizia dei fondi incolti che si raccorda alle prescrizioni vigenti legate all’emergenza Coronavirus.

Detta ordinanza prevede che “nel periodo compreso tra il 15 giugno ed il 15 ottobre, in prossimità di boschi e terreni agrari, lungo le strade e le sedi autostradali e ferroviarie ricadenti nel territorio comunale, sarà vietato accendere fuochi, usare apparecchi a fiamma libera o elettrici che producano faville, fumare o gettare sigarette, compiere ogni azione che possa generare fiamme libere e procurare incendi, esercitare attività pirotecnica, accendere fuochi d’artificio, parcheggiare su aree in presenza di erba secca”.

Entro il prossimo 15 giugno “i singoli proprietari, i conduttori e gestori di fondi rustici ed aree agricole non coltivate, di aree verdi urbane incolte, i proprietari di villette, gli amministratori di stabili con annesse aree verdi, i responsabili di cantieri edili, strutture turistiche, artigianali e commerciali con annesse pertinenze a verde, dovranno ripulirle, provvedendo alla eliminazione di sterpaglie e al taglio di siepi e rami, alla rimozione dei rifiuti e a quant’altro possa essere veicolo di incendio, mantenendoli per tutto il periodo interessato in condizioni tali da non accrescere il pericolo di incendi”.

Nell’ordinanza sono poi elencate una serie di prescrizioni riguardanti le attività agricole stagionali di semina, raccolta e trebbiatura. Sono riportante, al contempo, le sanzioni amministrative derivanti dalla mancata osservanza delle prescrizioni previste, graduate a seconda della gravità della violazione accertata; e la denuncia all’Autorità giudiziaria ai sensi dell’articolo 650 Cp Il sindaco Italia e l’assessore alla Protezione Civile, Giusy Genovesi, hanno dichiarato: “Quest’anno, ancor più che in passato, con le forze dell’Ordine e di Protezione civile impegnate attivamente per l’emergenza sanitaria e nell’assistenza alla popolazione, l’innesco di incendi ed i pericoli connessi all’abbandono e alla trascuratezza di taluni appezzamenti di terreno, potrebbero causare notevoli danni alle persone ed ai beni mobili ed immobili. Il Comune – proseguono Italia e Genovesi – dal canto suo, ha già stilato una road map per i terreni di sua proprietà. Il senso civico di ciascun cittadino è alla base del vivere civile; per questo motivo invitiamo chiunque avvisti un incendio a darne comunicazione immediata chiamando i Vigili del Fuoco, il Corpo Forestale, la Protezione Civile o la Polizia Municipale”.

“Allo stesso modo – concludono i due amministratori – è importante che tutti i cittadini si tengano informati sul rischio incendi e sui comportamenti da adottare ai fini dell’auto-protezione, consultando il sito del Dipartimento di Protezione Civile Regionale, registrandosi e utilizzando l’App Anch’io Segnalo, e attraverso i canali della Protezione Civile comunale per le comunicazioni e le allerta. Confidiamo nel senso civico e di responsabilità attiva di ciascuno di noi, per la salute e sicurezza dell’intera comunità”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684