Siracusa, stagione balneare in arrivo, ecco le spiagge “vietate” - QdS

Siracusa, stagione balneare in arrivo, ecco le spiagge “vietate”

Luigi Solarino

Siracusa, stagione balneare in arrivo, ecco le spiagge “vietate”

venerdì 14 Maggio 2021 - 00:00

Siracusa e Augusta hanno pubblicato le ordinanze relative ai divieti di balneazione. Tanti i tratti “chiusi” ai cittadini: pesano inquinamento, sversamenti e pericoli per l’incolumità pubblica

SIRACUSA – Con la stagione balneare ormai alle porte i sindaci di Siracusa, Francesco Italia, e di Augusta, Giuseppe Di Mare, hanno disposto delle ordinanze relative alla balneabilità della costa dei rispettivi territori comunali. In dette ordinanze vengono elencati i tratti di litorale in cui è possibile la balneazione e quelli in cui è interdetta per motivi di sicurezza o per la cattiva salubrità delle acque.

Nel territorio di Siracusa è vietato bagnarsi nelle acque del Porto Grande fatta eccezione per alcuni tratti di litorale nei quali la balneazione è consentita fino a 50 metri dalla terraferma. Tutto ciò salvo eventuali divieti o limitazioni imposti da provvedimenti emanati da altre Amministrazioni, per quanto riguarda la salubrità delle acque di balneazione.

Divieto di balneazione anche nel Porto Piccolo di Siracusa e presso la Rada di Santa Panagia per quei i tratti di costa interessati da un’ordinanza della Capitaneria di Porto a causa di pericoli per l’incolumità pubblica. Tutti i siti non balneabili del territorio aretuseo sono pubblicati sul sito istituzionale del Comune. Invece tra i tratti di mare adibiti alla balneazione nel territorio del Comune di Siracusa figurano: Mazzarona, Piliceddi, Due Fratelli,Vicolo IV alla Mastrarua, Via dei Tolomei, Belvedere S.Giacomo, Forte Vegliena, Cala Muraglia Rossa, Spiaggia Villaggio Minareto, Punta del Gigante, Costa Bianca, Plemmirio – Via degli Zaffiri, PlemmirioCosta Bianca, TezzauzzaTonnara, Punta MiloccaFanusa, Canale-C.da Fanusa, Zona Intermedia, Canali A e BC.da Fanusa, Punta Milocca, Arenella, Punta Asparano, Torre Ognina, Via Mar dei Coralli, Cuba, Punta Corvo, Scoglio Imbiancato, Fontane Bianche, Punta del Cane,Foce Fiume Cassibile.

Per quanto riguarda il territorio comunale di Augusta sono stati interdetti complessivamente ben 20 chilometri di litorale. Alcuni di questi tratti a causa della presenza di scarichi fognari che sversano direttamente in mare i reflui urbani inquinando le acque circostanti.

La stagione balneare è quella in cui più si fa sentire per gli abitanti di Augusta la mancanza, che ormai si protrae da decenni, di un depuratore per le acque reflue. Tra i tratti di costa non balneabili a causa di scarichi fognari si annovera il litorale Granatello, il lungomare Paradiso, il lato est del canale di Brucoli a 200 metri a sud e anche fino a Punta Tonnara. Tra i tratti di costa non balneabili a causa del rischio frana figurano lo Sbarcatore dei turchi fino a 200 metri a sud come imposto da un ordinanza della Capitaneria di porto. Altri tratti di costa sono interdetti poiché rientrano in area militare o portuale come da cala Spezzantennola fino al Granatello, e da quest’ultimo fino alla foce del fiume Marcellino e dalla stazione Marcellino a km 1 sud – Stazione Megara Giannalena.

Altri tratti non adibiti alla balneazione per motivi non specificati si trovano dal lato Nord a est del Orto canale di Brucoli, da Agnone-Bagni – Baia Conchiglie – km 0,5 sul fiume Leonardo a 950 metri a nord (Lido Murganzio) e da qui fino a 200 metri a nord al foce del fiume Sam Calogero, dal punto di balneazione 1014 Castelluccio-Zona prospiciente Stazione a 800 metri a nord (Baia dei Turchi). Altri due tratti di costa non balneabili poiché interessati da immissioni sono le foci del fiume San Leonardo e San Calogero.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684