Calcio a Siracusa: continua la violenza e la vergogna - QdS

Calcio a Siracusa: continua la violenza e la vergogna

web-mp

Calcio a Siracusa: continua la violenza e la vergogna

web-mp |
lunedì 04 Aprile 2022 - 09:33

Vandalizzati i mezzi dei tifosi dell’Igea Virtus che si erano recati a Siracusa per assistere alla partita di calcio della loro squadra

Trasferta dal finale amaro, anzi amarissimo al termine del match Igea Virtus-Siracusa. Nonostante la vittoria per gli aretusei, questo non è bastata a placare gli animi di certi soggetti che hanno deciso di accanirsi contro i mezzi dei tifosi dell’Igea, fracassando finestrini e procurando altri danni ai pulmini rendendoli inutilizzabili per il viaggio di rientro dei supporters a Barcellona Pozzo di Gotto.

Calcio e violenza a Siracusa, daspo per due calciatori

Solo l’ultimo episodio di violenza a Siracusa. Nei giorni scorsi, gli agenti della Digos hanno avviato le indagini su due episodi violenti accaduti in occasione di due partite di calcio a 5 valevoli per il campionato Under 17 in corso in un impianto sportivo alla periferia sud di Siracusa. In particolare, un arbitro è stato aggredito con calci e pugni da due giocatori accusandolo di aver commesso degli errori arbitrari, nel corso di un incontro di calcio disputatosi il mese scorso nell’impianto sportivo di Cassibile.

Il messaggio della società “Igea 1946”

Da facebook, arriva il messaggio della Società A.s.d. Igea 1946″ che “condanna fermamente quanto accaduto ai tifosi igeani al termine del match a Siracusa. I minibus dei nostri supporters sono stati brutalmente vandalizzati da un gruppo di teppisti locali, costringendo i nostri cari a rimanere a lungo all’interno dello stadio, in attesa di mezzi sostitutivi. Ovviamente di ciò nessuna colpa hanno la stragrande maggioranza dei tifosi aretusei e men che meno l’ospitale e cordiale Società di Casa”.

Ferma condanna dell’Asd Siracusa

L’ASD Città di Siracusa condanna gli atti vandalici che si sono verificati nei pressi dello stadio “Nicola De Simone”.

Ci dissociamo e condanniamo fermamente questi atti teppistici messi in atto da facinorosi – ha detto il presidente Salvo Montagno – che nulla hanno a che vedere con il Siracusa calcio. Sono molto amareggiato e deluso per quello che è avvenuto e porgo le mie scuse alla società dell’Igea Virtus e ai suoi tifosi. Auspico che gli autori dei danneggiamenti vengano individuati al più presto e che ne rispondano nelle sedi opportune. I tifosi ospiti sono stati accolti allo stadio senza alcun problema e anche in campo le due squadre hanno dato vita ad una gara corretta, seppur spigolosa. Dispiace quello che si è verificato fuori dallo stadio che macchia in parte una bella giornata di sport”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684