"Dedicata a te" torna anche nel 2024, cos'è e come funziona - QdS

La social card “Dedicata a te” torna anche nel 2024, cos’è e come funziona

web-sr

La social card “Dedicata a te” torna anche nel 2024, cos’è e come funziona

Salvatore Rocca  |
giovedì 19 Ottobre 2023

Confermata anche nel 2024 la social card "Dedicata a te". Ecco quali sono i criteri di assegnazione e cosa si può acquistare.

La social card “Dedicata a te” per l’acquisto di beni alimentari di prima necessità verrà riproposta anche nel 2024. L’annuncio è arrivato direttamente dalla presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in occasione della conferenza stampa che si è volta a margine del Consiglio dei ministri del 16 ottobre sul via libera alla futura Legge di Bilancio.

Cos’è la social card “Dedicata a te”

Si tratta di una delle misure che sono state confermate tra i bonus dedicati alle famiglie all’interno della Manovra 2024. L’idea di replicare anche per l’anno prossimo il contributo nasce dal successo raggiunto dall’iniziativa degli scorsi mesi.

La social card “Dedicata a te” ha raggiunto 1,3 milioni di famiglie a basso reddito (con ISEE fino a 15mila euro) e che non beneficiavano di altri sostegni da parte dello Stato.

“Dedicata a te”, le risorse stanziate

Il Governo nel 2024 stanzierà nuovi fondi per 600 milioni di euro (contro i 500 milioni del 2023) per permettere alle famiglie di acquistare prodotti alimentari che rientrano in un elenco di 23 voci.

Nel 2023 la ricarica della carta è stata “una tantum”, con un valore di 382,50 euro ed è stata utilizzata per ottenere uno sconto del 15% sull’acquisto dei beni alimentari di prima necessità in tutte quelle attività commerciali che sottoscrivono la convenzione MASAF-GDO-Confesercenti.

“Dedicata a te”, soggetti e beni esclusi

Non tutti, però, hanno avuto diritto alla carta. L’agevolazione infatti, non è stata concessa ai soggetti single (anche con un figlio) e alle coppie senza figli, nonostante presentino ugualmente un ISEE pari o inferiore a 15mila euro. Resta da capire, tuttavia, se nel 2024 i criteri possano essere cambiati per ampliare la platea dei beneficiari.

Restrizioni sono state applicate anche per le tipologie di prodotti acquistabili. Sono stati infatti esclusi beni come le bevande alcoliche, il pesce surgelato e il sale, così come le tipologie di aceto differenti dal vino. Con la carta viene concesso l’acquisto del miele naturale, ma non poteranno essere comprate le marmellate.

Come avere accesso alla social card

Per ottenere la social card “Dedicata a te” non è necessario presentare alcuna domanda. È l’INPS a occuparsi della realizzazione dell’elenco dei soggetti beneficiari, informando così i Comuni che dovranno esporre pubblicamente l’elenco degli aventi diritto. I beneficiari dovranno essere iscritti all’Anagrafe della popolazione residente comunale ed essere in possesso di una certificazione ISEE.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001
Change privacy settings
Quotidiano di Sicilia usufruisce dei contributi di cui al D.lgs n. 70/2017