Sottomarini, "La vicenda peserà sul futuro della Nato" - QdS

Sottomarini, “La vicenda peserà sul futuro della Nato”

redazione web

Sottomarini, “La vicenda peserà sul futuro della Nato”

domenica 19 Settembre 2021 - 06:48

Pesantissime le dichiarazioni del ministro degli esteri francese Le Drian, che ha sottolineato la gravità della crisi diplomatica con gli Usa: "non era mai successo che Parigi ritirasse l'ambasciatore"

“C’è stata la menzogna, c’è stata la doppiezza, c’è una rottura grave della fiducia”: lo ha detto in tv il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, a proposito della crisi dei sottomarini con Usa, Australia e Gb. Per Le Drian, quanto successo “peserà sul futuro della Nato”.

“In una vera alleanza ci si parla, ci si rispetta. Non è stato così”, ha aggiunto il ministro.

“Per la prima volta nella storia fra gli Usa e la Francia – ha continuato – abbiamo richiamato il nostro ambasciatore per consultazioni. E’ un atto politico pesante che rappresenta la gravità della crisi fra i nostri due paesi e con l’Australia”.

Sul ruolo di Joe Biden alla Casa Bianca, Le Drian ha detto che “il metodo Biden assomiglia al metodo Trump. Con i tweet in meno”.

Quanto alla posizione della Gran Bretagna, nei confronti della quale la Francia non ha deciso il richiamo dell’ambasciatore, Le Drian ha ironizzato su quello che ha definito “l’opportunismo permanente” di Londra.

Nonostante i vari incontri ad alto livello degli ultimi mesi, compreso quello tra Joe Biden e Emmanuel Macron in giugno, quando discussero del futuro della Nato, gli Usa non hanno mai dato informato Parigi dei negoziati segreti con l’Australia per la fornitura di sommergibili nucleari che ha spazzato via quella francese.

Lo hanno fatto solo poche ore prima dell’annuncio della nuova alleanza di sicurezza, che include la Gran Bretagna. Lo scrive il New York Times, rivelando i retroscena della vicenda.

Secondo le fonti del giornale, Washington e Canberra temevano che i francesi avrebbero fatto di tutto per ostacolare l’accordo se avessero percepito che avrebbe portato alla perdita di uno dei più grandi contratti della difesa nella loro storia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684