Stage e tirocini pronti a ripartire in Sicilia, via libera dalla Regione - QdS

Stage e tirocini pronti a ripartire in Sicilia, via libera dalla Regione

Michele Giuliano

Stage e tirocini pronti a ripartire in Sicilia, via libera dalla Regione

martedì 21 Luglio 2020 - 05:00
Stage e tirocini pronti a ripartire in Sicilia, via libera dalla Regione

La ripresa nei settori dei servizi alla persona: corsi Oss, Osa e assistente odontoiatrico. Dall’Assessorato alla Formazione indicazioni sulla ripresa nel rispetto delle norme anticontagio. È consentita la prosecuzione dei tirocini già avviati e l’avvio dei nuovi

PALERMO – Segnali di normalità, o quasi, anche per il mondo della formazione. Dopo il forzato stop di tutte le attività a causa del lockdown, ora si intravede la ripresa di alcune attività corsuali che poi alla fine sono anche tra le più importanti e gettonate.

Parliamo di tutte quelle attività collegate ai servizi alla persona, quindi quelle legate alla formazione di profili Osa, assistenti socio-assistenzali, Oss, operatori socio-assistenziali, ed ancora Asacom, assistenti alla comunicazione per bambini disabili, per finire solo a titolo esemplificativo agli assistenti nell’ambito medico come gli odontoiatri. Per loro si spalancano di nuove le porte non solo dei corsi d’aula, quindi le lezioni teoriche, ma anche e soprattutto si riprendono gli stage e quindi le attività prettamente pratiche. A dare il via libera è il Servizio III “Gestione per gli interventi in materia di formazione professionale” della Regione che ha per l’appunto autorizzato la ripresa di tutti quei corsi di formazione nell’ambito dell’area professionale “Servizi alla persona”.

È chiaro che comunque ci si dovrà attenere a delle specifiche misure, in particolare quelle dettate dal dipartimento della Salute con decreto dirigenziale, il numero 475 del 2020. Nel rispetto dei protocolli, delle disposizioni e delle linee guida nazionali e regionali in materia di contenimento del contagio da Covid-19, è consentita la ripresa delle attività d’aula dei percorsi formativi di riqualifica in Operatore socio sanitario e di qualifica in Assistente di Studio Odontoiatrico; queste attività, la cui durata non potrà superare le quattro ore giornaliere, non potranno essere svolte nelle stesse giornate in cui viene erogata la formazione virtuale sincrona.

È consentita la prosecuzione dei tirocini già avviati e l’avvio dei nuovi tirocini; per quanto concerne i tirocini già avviati, è necessario accertare la disponibilità, da parte delle strutture sedi di tirocinio, alla prosecuzione del rapporto convenzionale. Prima dell’attivazione del tirocinio, l’ente di formazione deve osservare una serie di aspetti: acquisire la dichiarazione della struttura sede di tirocinio, attestante l’applicazione, nei confronti del tirocinante, degli stessi protocolli e delle linee guida regionali e nazionali di sicurezza previsti per i lavoratori, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio; ottemperare ad eventuali richieste da parte della struttura sede di tirocinio in merito ai requisiti di cui devono essere in possesso i tirocinanti per l’accesso.

Inoltre, prima dell’attivazione del tirocinio, la sede di tirocinio deve verificare che i tirocinanti siano dotati di tutti i necessari ed idonei dispositivi di protezione individuale (dpi) per la prevenzione del contagio. Lo stesso soggetto ospitante valuterà le più idonee modalità di svolgimento ed organizzazione delle attività, nei limiti delle ore giornaliere (7) e settimanali (36) previste ed, eventualmente in deroga a quanto stabilito dal decreto 377/2019, con un ampliamento della fascia oraria dalle 6 alle 22. Sempre i tirocinanti hanno l’obbligo di attenersi scrupolosamente alle disposizioni, protocolli, linee guida, e altro ancora relativi alla sicurezza ed alle norme igienico-sanitarie della struttura sede di tirocinio. I tirocinanti, tenuto conto della peculiarità delle strutture in cui svolgono l’attività di tirocinio, avranno cura di adottare nella vita quotidiana comportamenti responsabili ed improntati all’etica.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684