Stato-Regioni, accordo sul Fondo sanitario - QdS

Stato-Regioni, accordo sul Fondo sanitario

redazione web

Stato-Regioni, accordo sul Fondo sanitario

martedì 31 Marzo 2020 - 19:39
Stato-Regioni, accordo sul Fondo sanitario

La Conferenza Stato-Regioni ha ratificato l'accordo tra Governo, Regioni e Province autonome, su proposta del Ministro della Salute Roberto Speranza, di linee progettuali per l'utilizzo da parte delle Regioni delle risorse vincolate

La Conferenza Stato-Regioni ha ratificato l’accordo tra Governo, Regioni e Province autonome, su proposta del Ministro della Salute Roberto Speranza, di linee progettuali per l’utilizzo da parte delle Regioni delle risorse vincolate, per la realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale per il 2020.

Lo ha reso noto l’ufficio stampa del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, al termine della Conferenza Stato Regioni che si è svolta oggi in videoconferenza dalla sede della Protezione Civile.

Il livello di finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale cui concorre lo Stato è rideterminato in complessivi 117 mld e 407 mln, superiore ai 114 mld e 474 mln dell’anno precedente pari a 3,5 miliardi in più.

La Conferenza ha sancito anche l’intesa sulla proposta del Ministero della Salute riguardo la deliberazione del Cipe per il riparto tra le Regioni delle disponibilità finanziarie per il Servizio Sanitario nazionale del 2020.

È stata anche approvata l’intesa sulla ripartizione alle Regioni delle quote vincolate alla realizzazione degli obiettivi del Piano Sanitario Nazionale e sullo schema di decreto del Ministro della Salute, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, di ripartizione delle quote premiali per l’anno 2020.

I 117,4 miliardi del Fondo Sanitario Nazionale 2020 sono così destinati: 113 mld al fondo indistinto; 1 mld e 800 mln al vincolato e programmato per Regione e P.A.; 629 mln vincolato per altri Enti; 295 mln di accantonamento; 1 mld e 410 mln vincolato per regioni legato ad interventi adottati per l’emergenza sanitaria e già ripartiti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684