Unesco, Bonfanti vicepresidente vicario dell'associazione - QdS

Unesco, Bonfanti vicepresidente vicario dell’associazione

redazione

Unesco, Bonfanti vicepresidente vicario dell’associazione

mercoledì 30 Ottobre 2019 - 13:14

Il sindaco di Noto eletto all'unanimità a Ferrara. "Con il nuovo presidente Pascucci vogliamo dare un nuovo impulso". L'Italia è il Paese con il maggior numero di siti Patrimonio dell'Umanità. La Sicilia tra le regioni più ricche di tesori

Il sindaco di Noto Corrado Bonfanti è stato eletto all’unanimità vicepresidente vicario dell’associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel corso dell’assemblea dei soci svoltasi a Ferrara.

Bonfanti lavorerà fianco a fianco del nuovo presidente, il collega Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri (Roma).

L’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale dal 1997 coordina, realizza e promuove attività dirette alla tutela e alla valorizzazione del Patrimonio Mondiale italiano.

Partecipano all’Associazione più di 50 enti responsabili della gestione dei Beni italiani iscritti nella World Heritage List.

Il termine Unesco è l’acronimo di United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, (in italiano: Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura).

Si tratta di un’agenzia speciale delle Nazioni Unite, fondata a Parigi nel 1945 per promuovere la pace e la comprensione tra le nazioni attraverso i canali dell’Educazione, Scienza, Cultura e Comunicazione. Nel novembre del 1972 venne ratificata la World Heritage Convention, riguardante la protezione del Patrimonio Culturale e Naturale.

“C’è soddisfazione – ha detto Bonfanti – per aver portato in Sicilia un importante ruolo nazionale che metto già a disposizione della mia terra. Tra le prime cose da fare, l’interlocuzione con il Mibac per sostenere il ruolo dei Siti nelle politiche di sviluppo economico legate al turismo culturale”.

“La loro valorizzazione – ha aggiunto – deve passare da una fruizione organizzata e sicura, mantenendo alta reputazione e storia dei luoghi per farli diventare protagonisti del loro futuro anche con attraverso l’assegnazione delle giuste risorse finanziarie”.

“Con il nuovo presidente Pascucci – ha concluso – vogliamo dare un nuovo impulso, vogliamo costruire una nuova storia tutta da raccontare”.

L’Italia è il Paese in cui si trova il maggior numero di siti patrimonio Unesco, in tutto cinquantacinque.Sono inoltre, al 2019, quarantuno i siti italiani candidati alla lista dei Patrimoni dell’Umanità.

In Italia, tra le regione con il maggior numero di siti Unesco c’è la Sicilia. Noto, il giardino di pietra barocco, è uno di questi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684