Vaccini, in arrivo un milione e mezzo di dosi Pfizer - QdS

Vaccini, in arrivo un milione e mezzo di dosi Pfizer

redazione web

Vaccini, in arrivo un milione e mezzo di dosi Pfizer

mercoledì 07 Aprile 2021 - 06:31

Ma la campagna arranca per Astrazeneca: tra oggi e domani il parere dell'Ema sui nuovi casi di trombosi, con Oxford che sospende la sperimentazione sui bambini. Speranza, "Non è ancora finita"

Finora a tre milioni e mezzo di italiani sono state somministrate due dosi, nemmeno il sei per cento della popolazione. Per questo il Commissario straordinario voluto dal premier Mario Draghi, Francesco Figliuolo, sta cercando di accelerare.

Per quanto riguarda gli approvigionamenti, è in arrivo un milione e mezzo di dosi Pfizer nelle Regioni italiane, ma la campagna sembra arrancare.

Il motivo è nelle vicende, anche internazionali che coinvolgono Astrazeneca, mentre si rincorrono le voci sulla sua pericolosità.

Tra oggi e domani è atteso un parere dell’Ema sui nuovi casi di trombosi, con l’Università di Oxford che ha intanto sospeso la sperimentazione del vaccino sui bambini.

Si parla infatti di una pericolosità del farmaco sotto i sessant’anni d’età. Ma, per il momento, non vi è niente di certo e, secondo alcune casistiche, il rischio di trombosi sarebbe più basso di quello della comune aspirina.

Tornando al Piano nazionale, è stato sottoscritto ieri il protocollo per la vaccinazione nei luoghi di lavoro.

Speranza, a fine estate vaccino a chi lo vorrà

“Spero che per la fine dell’estate – ha detto ieri sera in tv il ministro della Salute Roberto Speranza – ogni italiano che vorrà potrà ricevere la vaccinazione: dobbiamo lavorare giorno e notte e avremo un percorso di graduale miglioramento”.

“Non è ancora tutto finito”

“Non c’è – ha spiegato – una data X o un momento magico in cui scompaiono le misure e si tornerà come prima ma ci sarà gradualità. Penso che da qui a fine estate possiamo essere nelle condizioni di dare il vaccino a tutti e questo ci consente di aprire una stagione totalmente diversa, perchè anche i dati di oggi ci consegnano una complessità: non è ancora tutto finito purtroppo”.

Scende il tasso di positività

Un’altra notizia buona è quella della discesa del tasso di positività nazionale al sei e nove per cento. Ma i morti, nel bollettino di ieri, erano 421.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684