Sanità ammalata, spreca 1,5 miliardi - QdS

Sanità ammalata, spreca 1,5 miliardi

Liliana Rosano

Sanità ammalata, spreca 1,5 miliardi

venerdì 16 Dicembre 2011 - 00:00

IX Rapporto. “Ospedali e Salute 2011” curato dall’Aiop.
Personale dipendente. Il costo più elevato è sostenuto per gli stipendi del personale, cioè quasi 2,2 miliardi l’anno contro la media di 703 milioni € per le Regioni a Statuto speciale.
Inefficienza. Nel Rapporto è stato calcolato, regione per regione, lo spreco (o quota di inefficienza nella sanità) in base alla differenza tra il totale dei costi corretti e il totale dei ricavi teorici.

Più di 2 miliardi il costo del personale delle Aziende sanitarie e ospedaliere siciliane, 738 milioni l’acquisto di beni e servizi. Poi ci sono i servizi appaltati (287,7 mln) e altri costi che, ponderati con l’indice di case mix, che ricomprende le prestazioni complesse fornite, portano il totale a più di 4 miliardi di costi, a fronte di 2,5 miliardi di ricavi. Questi i dati dai Conti economici anno 2009 delle Aziende pubbliche, rilevati nel IX Rapporto “Ospedali e Salute 2011” dell’Aiop, Associazione italiana ospedalità privata, che ha svolto l’analisi in tutte le 15 Regioni a Statuto ordinario e in quelle a Statuto speciale. L’assessore regionale alla Salute, da noi interpellato, ha affermato che si sta lavorando a razionalizzare l’offerta sanitaria e a riqualificare la spesa. Barbara Cittadini, presidente Aiop Sicilia, sottolinea che bisogna puntare sulla iper-specializzazione per essere più competitivi e fermare la fuga di chi va a curarsi fuori. (continua)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684