Crolla la fiducia dei siciliani nella politica (-18% dal 2006) - QdS

Crolla la fiducia dei siciliani nella politica (-18% dal 2006)

Andrea Carlino

Crolla la fiducia dei siciliani nella politica (-18% dal 2006)

venerdì 05 Ottobre 2012 - 06:00

Tra i partiti sempre avanti il Pd (19%) rispetto al Pdl (17,3%) e Mpa (12,1%). A livello nazionale si lavora ai tagli, in parte pensati da Cascio

PALERMO – La fiducia dei siciliani nei confronti della classe politica isolana segna il minimo storico. L’istituto di ricerche Demopolis nel Barometro politico segnala il crollo vertiginoso dal 22% del 2006 al 4% dell’ottobre 2012. Si va verso le elezioni regionali in un contesto caratterizzato da una grave crisi economica ed occupazionale, con una percezione di progressivo impoverimento delle famiglie ed un’insicurezza, sempre più diffusa, che attraversa indistintamente ogni strato sociale. Gli scandali delle ultime settimane (come ad esempio quello che ha investito la Regione Lazio) hanno aggravato ulteriormente la situazione.
La fotografia sul peso dei partiti nell’Isola, scattata dall’Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis, appare condizionata dal numero crescente di indecisi, delusi ed incerti. è ormai noto come sempre più in Sicilia si respiri un diffuso disincanto politico che sta erodendo il residuo consenso dei siciliani nei confronti delle istituzioni democratiche. Gli ultimi mesi della vita politica nazionale e regionale hanno visto quasi dimezzarsi la fiducia degli elettori nel Parlamento, nell’Ars, nei partiti, il cui peso effettivo appare fra l’altro ridimensionato, agli occhi dei cittadini, in una fase di “commissariamento”, come quella attuale caratterizzata dalla nascita del Governo Monti”.
A questo si aggiunge un’altra rivelazione statistica, questa volta effettuta da Datamonitor che fotografa, a 24 giorni dal voto, la situazione in Sicilia. La meta’ dei cittadini siciliani appare indecisa o non intenzionata a recarsi alle urne. Nello Musumeci allunga la distanza da Rosario Crocetta di ben due punti, 32% a 30%. Gianfranco Miccichè conferma più o meno il suo risultato a due cifre (17%), poi segue Giovanna Marano, che passa dall’11,5 al 75,%. Il Pd si conferma primo, posizione che aveva acquisito nel sondaggio dello scorso 20 settembre superando il Pdl ma questa settimana perde 1 punto percentuale attestandosi sul 19% contro il 20 della precedente rilevazione. Continua a scendere il Pdl che passa dal 18 al 17,3%. Scendono anche gli altri principali partiti che fino a qui hanno ottenuto consensi a due cifre: il Partito dei siciliani-Mpa arriva al 10% dal 12; l’Udc al 10% dall’11%.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684