Ciclismo: il Giro d'Italia riparte in Sicilia con la Catania-Caltagirone - QdS

Ciclismo: il Giro d’Italia riparte in Sicilia con la Catania-Caltagirone

Ciclismo: il Giro d’Italia riparte in Sicilia con la Catania-Caltagirone

lunedì 07 Maggio 2018 - 00:00
Archiviata la festosa parentesi israeliana, il 101/o Giro d’Italia di ciclismo torna a casa e veste di rosa la Sicilia, che ospiterà tre tappe molto interessanti fino a giovedì.
Si partirà domani con la 4/a frazione che porterà la carovana da Catania a Caltagirone (Catania), dopo 198 chilometri.
Il sindaco di Catania Enzo Bianco rivolgerà un saluto alle 10 nel Teatro Antico e, dopo il concentramento in via Garibaldi, la partenza dalla via Etnea è fissata alle 12,20.
L’arrivo è previsto nella città calatina in viale Torre dei Genovesi fra le 17 e le 17,30.
Tre le province interessate dall’attraversamento dei corridori: Catania, Siracusa e Ragusa.
Si tratta di una tappa assai mossa sul piano altimetrico, con diverse salite e due Gran premi della montagna, con una serie interminabile di curve lungo il percorso e strade dal fondo usurato di larghezza variabile.
Gli attraversamenti cittadini possono presentare le trappole del fondo in pavè. Due i traguardi volanti di giornata: al chilometro 112,3 di Palazzolo Acreide e al chilometro 133,7 di Monterosso Almo, centri che più volte hanno fatto parte alla fine del secolo scorso del percorso della Settimana ciclistica di Sicilia organizzata da Ciccio Ingrillì.
Due, come detto, i Gran premi della montagna, entrambi di 4/a Categoria: il primo in località Pietre calde, dopo 82,4 chilometri e a 779 metri d’altezza; il secondo dopo 150 chilometri, a Vizzini, a 595 metri. La corsa attraverserà altri centri come Misterbianco (Catania), Lentini (Siracusa), Ferla (Siracusa), Grammichele (Catania), fino all’arrivo a Caltagirone, considerata la capitale delle ceramiche.
L’ultimo chilometro di corsa è da togliere il respiro, visto che il traguardo è posto al culmine di una salita con pendenze al 13 per cento e un rettilineo finale di 300 metri.
Catania è stata sede di tappa nel 1930 (vittoria di Mara), 1949 (Fazio), 1976 (Sercu, semitappa), 1986 (l’olandese Van Poppel), 1989 (ancora Van Poppel), 1999 (Cipollini) e 2003 (Petacchi). Caltagirone, invece, è all’esordio nella gara a tappe di Rcs Sport.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684