Per le autostrade del mare nel Mediterraneo occidentale - QdS

Per le autostrade del mare nel Mediterraneo occidentale

Antonio La Ferrara

Per le autostrade del mare nel Mediterraneo occidentale

venerdì 23 Ottobre 2009 - 00:00

Fondi comunitari per rafforzare la rete transeuropea dei trasporti con il metodo dei cofinanziamenti. Le proposte di progetto devono essere presentate entro il 15 novembre

PALERMO – Nell’ambito del programma Energia e Trasporti – Ten – T, è stato pubblicato un invito a presentare proposte entro il termine inderogabile del 15 novembre 2009.
Il programma è cofinanziato dall’Unione europea e più specificamente dalla Direzione generale per l’Energia ed i Trasporti della Commissione europea, attraverso il budget disponibile per la Rete transeuropea di trasporto e per l’area delle infrastrutture.
La Sicilia è sicuramente tra i territori direttamente interessati. Scopo dello studio è l’elaborazione di un piano direttivo per la definizione e la realizzazione delle autostrade del mare nel Mediterraneo occidentale; il piano direttivo costituirà il quadro di riferimento per la realizzazione delle autostrade del mare, in conformità alla decisione n. 1692/96/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e al relativo vademecum.
Gli obiettivi principali dell’invito a presentare proposte sono i seguenti:
a) L’identificazione dei progetti che faranno parte del Master Plan delle Autostrade del Mare per il Mediterraneo Occidentale e per contribuire allo sviluppo della Rete transeuropea dei trasporti
b) L’individuazione delle proposte di Autostrade del Mare – tra quelle positivamente valutate – che potranno essere sottoposte alle successive call for proposals (inviti a presentare proposte) Ten-T e Marco Polo per l’ammissione al cofinanziamento
c) La registrazione dei bisogni del mercato (approccio c.d. "dal basso") e l’impostazione del Master Plan delle AdM conformemente a tali bisogni.
Le proposte di progetto che saranno valutate positivamente saranno selezionate per ricevere un cofinanziamento proveniente da varie fonti pubbliche al fine di supportare investimenti finanziari; difatti il programma Ten – T è in grado di fornire un sostegno finanziario per le infrastrutture e le strutture destinate alle Autostrade del Mare (cofinanziamento fino al 30% per la cooperazione transfrontaliera) e può anche fornire aiuti per l’avviamento (limitatamente a 2 anni) e la preparazione di studi (cofinanziamento fino al 50%).
Per quanto riguarda le modalità di partecipazione, le proposte progettuali devono essere presentate da consorzi costituiti da almeno due porti /terminalisti portuali di due differenti Stati Membri (tra i quali deve necessariamente esserci uno dei tre Paesi partecipanti, e cioè Italia, Francia e Malta) ed almeno da un operatore del trasporto marittimo.

Si sostiene la creazione di consorzi tra operatori di diversi settori
Per avere un quadro ancora più chiaro sui criteri di presentazione del progetto, è utile aggiungere altresì che è incoraggiata e sostenuta la creazione di consorzi che comprendano una vasta gamma di partner coinvolti nel programma, inclusi porti, compagnie di navigazione, trasportatori su strada, operatori ferroviari, operatori logistici, autorità pubbliche locali e/o enti pubblici regionali ed i gestori di altre infrastrutture di trasporto. Le proposte di progetto devono altresì incoraggiare la partecipazione come partner dei vicini Paesi terzi per realizzare un più ampio coinvolgimento delle Autostrade del Mare presso questi paesi.
L’autorità pubblica competente in Italia è il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e per ogni contatto si può fare riferimento a “Rete Autostrade Mediterranee S.p.A. presso Piazzale delle Belle Arti, 6 00196 Roma. Altri contatti telefonici e telematici sono: tel. (+39) 06 3609361, e-mail: info@ramspa.it oppure info@westmedcorridors.eu. Alcuni siti internet di riferimento sono: http://www.mit.gov.it/mit/site.php?p=cm&o=vd&f=cl&id_cat_org=35&id=517 e http://www.westmedcorridors.com/.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684