Nozze Ferragnez: finale "col botto" tutto catanese - QdS

Nozze Ferragnez: finale “col botto” tutto catanese

Giuseppe Lazzaro Danzuso

Nozze Ferragnez: finale “col botto” tutto catanese

domenica 02 Settembre 2018 - 10:00
Nozze Ferragnez: finale “col botto” tutto catanese

I fuochi d'artificio della Vaccalluzzo Events hanno sottolineato il momento del sì e il taglio della torta. Alfredo Vaccalluzzo, "Fuochi di giorno con fumi variopinti, piume e ventagli e grappoli di fuoco sperimentati apposta per quest'evento". Ospiti a bocca aperta e i complimenti degli sposi, "Persone semplici e di gran cuore". Il sindaco Bonfanti, "Un bellissimo, umanissimo, matrimonio d'amore". TUTTE LE FOTO ALL'INTERNO

Il matrimonio dell’anno, The Ferragnez, celebrato a Noto, capitale del Barocco, ha avuto un "finale col botto" tutto catanese: gli innovativi fuochi d’artificio della Vaccalluzzo Events hanno infatti sottolineato i due momenti clou della giornata, quello del sì e il taglio della torta.
Alfredo Vaccalluzzo, guru del pyrotechnics engineering, ha lavorato a lungo per mettere a punto degli effetti che fossero all’altezza della situazione.
"Conosco bene – ha spiegato – la Dimora le Balze e quindi avevo già un’idea di come poter sistemare i mortai per ottenere il massimo del risultato. C’era ovviamente il problema che il sì sarebbe stato pronunciato, davanti al sindaco di Noto Corrado Bonfanti, poco dopo le diciotto e trenta, in condizioni di luce piena, dunque. Poiché proprio in quel momento avevamo previsto di far partire gli effetti pirotecnici, abbiamo dunque messo a punto degli innovativi ‘fuochi di giorno’ con fumi variopinti per creare piume e ventagli e grappoli di fuoco, sperimentati apposta per quest’evento".
Mentre il sole stava cominciando a tramontare dietro le colline tra Noto e Palazzolo Acreide, la sposa ha pronunciato con emozione la sua promessa di matrimonio: "Non ho bisogno che il mondo mi ami, ho bisogno che mi ami una sola persona… sei e sarai sempre tu". E lo sposo, guardandola negli occhi: "Ti prometto che anche se in ritardo ci sarò per sempre".
"Un bellissimo, umanissimo, matrimonio d’amore – ha commentato al termine della cerimonia il sindaco Bonfanti -, una delle cerimonie più intense alle quali abbia mai assistito, per la capacità degli sposi di mettersi a nudo, di dichiararsi con grande umanità, che di questi tempi è merce rara".
Il sindaco con l’abito indossato per sposare The Ferragnez e presentato "In anteprima" ieri mattina al Qds (leggi qui)
Proprio il Sindaco, dopo il momento del fatidico sì, ha dichiarato marito e moglie Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez, di professione rapper e Chiara Ferragni, fashion blogger.
Il bacio rituale ha colorato il cielo del verde bianco e rosso, del giallo e dell’azzurro dei fuochi d’artificio sparati a tempo con le note di "sweet disposition" dei Temper Trap e sottolineato dagli applausi dei centocinquanta invitati.
"Abbiamo ricevuto – ha spiegato Vaccalluzzo – grandi complimenti dagli ospiti: fuochi così non ne avevano mai visti. Ho cercato di spiegare che la nostra azienda è di Catania, e quando hai nientemeno che l’Etna come concorrente non puoi certo creare degli effetti pirotecnici banali".
Poi il ricevimento e gli archi di luminaria e la ruota panoramica del luna park The Ferragnez, fino all’altro momento clou della serata: il taglio della torta.
"Per quell’occasione – ha spiegato Alfredo Vaccalluzzo – abbiamo messo insieme antichissimo e modernissimo: siamo tornati agli albori della pirotecnia creata dai cinesi quasi due millenni addietro proponendo fuochi senza tinte, ma abbiamo vestito la luce pura di platino e oro grazie agli ultimi ritrovati della tecnica. Per le forme abbiamo scelto cascate e fontane di luce e tutti sono rimasti incantati, a cominciare dagli sposi".
Entrambi hanno voluto ringraziare personalmente lo staff della Vaccalluzzo Events per questo "finale col botto" e non poteva mancare un selfie finale con Alfredo Vaccalluzzo, suo figlio Enrico, Chiara Ferragni e Fedez.
I Ferragnez con Alfredo ed Enrico Vaccalluzzo
"Ho scoperto – ha concluso Alfredo Vaccalluzzo, confermando il giudizio del sindaco Bonfanti – due persone semplici e di gran cuore, con un delizioso bambino. Davvero una bella famiglia".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684