Alfano: “Presto il Codice antimafia” - QdS

Alfano: “Presto il Codice antimafia”

Alfano: “Presto il Codice antimafia”

venerdì 13 Agosto 2010 - 00:00

Il ministro della Giustizia ha lodato la questura di Agrigento. Dal Parlamento già la delega ai decreti attuativi

PALERMO – Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha convocato per domenica 15 agosto alle 10, presso la Prefettura di Palermo, una riunione del Comitato Nazionale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica con i vertici delle forze di Polizia e i direttori delle Agenzie informazioni e sicurezza, interna ed esterna.

Alla riunione prenderanno parte anche il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Gianni Letta, e il presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato, Carlo Vizzini.
Ieri intanto il ministro Alfano, presso la questura di Agrigento, ha detto che presto firmerà il 41 bis per Giuseppe Falsone, estradato in Italia, dopo l’arresto poco più di un mese fa in Francia. Il ministro si è complimentato a nome del Governo con gli uomini della Squadra Mobile, per la cattura del boss mafioso.

“Il codice antimafia sarà varato in tempi rapidissimi. Il parlamento mi ha dato la delega a scrivere i decreti attuativi e io lo farò con grande solerzia e sollecitudine” ha detto Alfano.
Riferendosi al testo unico che dovrebbe raccogliere tutte le norme in materia, il Guardasigilli ha osservato: “è un risultato straordinario perché in Italia sono state approvate decine e decine di leggi antimafia dopo le stragi ed eventi luttuosi. Il tutto ha avuto una caratteristica di disordine legislativo. Noi porremo ordine e faremo sì che questo sarà il più grande sistema di contrasto alla criminalità organizzata e alle mafie che l’Occidente abbia conosciuto”.

Il ministro ha sottolineato infine che “anche in ambito G8 e in ambito Ue il nostro modello di contrasto alla criminalità organizzata viene sostanzialmente individuato come un riferimento”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684