Sul web Enti locali sordi e muti - QdS

Sul web Enti locali sordi e muti

Melania Tanteri

Sul web Enti locali sordi e muti

martedì 03 Maggio 2011 - 00:00

E-gov. Come l’età della carta favorisce il clientelismo.
Normativa. Il Codice dell’amministrazione digitale, introdotto nel 2006, con il recente dlgs 235/2010 è stato ammodernato e coordinato con la riforma della Pa voluta da Brunetta.
Ritardi. Passano gli anni ma i Comuni non si sono ancora adeguati a tutte le regole: inattuati pagamenti on line, comunicazione con la Pec, Ufficio unico Ict e altre disposizioni previste.

PALERMO – L’applicazione del Cad (Codice dell’amministrazione digitale) rappresenta un vero e proprio diritto per cittadini ed imprese a ottenere l’applicazione delle nuove tecnologie nei rapporti con la Pa: in sostanza viene resa obbligatoria l’innovazione nel modo più naturale, da una parte offrendo ai cittadini il diritto di interagire sempre, dovunque e verso qualsiasi amministrazione attraverso Internet, posta elettronica, reti; dall’altra stabilendo che le amministrazioni devono organizzarsi in modo da rendere sempre e comunque disponibili le informazioni ed i servizi in modalità digitale. Eppure, navigando per i portali dei nove Comuni capoluogo, ci si rende conto che, se la posta elettronica certificata è presente in quasi tutte le home page, il resto delle norme codificate dal Codice per l’amministrazione digitale, rimangono disattese. (continua)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684