Agrigento - Aeroporto, Statale 189 e precari - QdS

Agrigento – Aeroporto, Statale 189 e precari

Paolo Picone

Agrigento – Aeroporto, Statale 189 e precari

martedì 03 Gennaio 2012 - 00:00

Le infrastrutture restano al centro dell’attenzione, ma le soluzioni passano dal Governo regionale. Tre i nodi dell’amministrazione provinciale. Si resta in attesa di risposte politiche

AGRIGENTO – Bilancio di fine anno per il presidente della Provincia, Eugenio D’Orsi. Il capo della Giunta ha tracciato pubblicamente il consuntivo della gestione amministrativa, che si può riassumere in tre parole: “Aeroporto, Statale 189 e precari”. Insomma sguardo attento alla carenza infrastrutturale dell’ultima provincia d’Italia.
Come per gli anni precedenti l’aeroporto è stato uno dei punti inseriti nel report finale dal presidente D’Orsi. Ma con alcune novità rispetto al passato. Innanzitutto ci sono due aspetti nuovi: il primo riguarda l’inserimento della somma pari a 25 milioni di euro nel Bilancio della regione, come prima trance dei 30 milioni che in totale l’ente regionale ha stanziato per la realizzazione dell’aeroporto tra Palma di Montechiaro e Licata. Poi c’è il fatto che alla Regione è stato inviato il business plan, redatto dalla società Kpmg di Milano, che già nel mese di settembre scorso ha consegnato gli studi e le elaborazioni tecnico – economiche eseguite. Lo studio è stato inviato alla Regione Siciliana ed ai componenti il tavolo tecnico per una nuova convocazione dello stesso da parte della Presidenza della Regione Siciliana.
L’amministrazione D’Orsi, nel frattempo ha affrontato, con gli enti interessati, le problematiche connesse alle principali reti di servizi presenti nell’area, riscontrando l’assenza di interferenze con i metanodotti e con gli acquedotti. Dalla Regione hanno fatto capire che l’aeroporto di Agrigento si può fare a patto che non sia concorrente con Palermo e Catania. “A questo punto – ha detto D’Orsi – aspettiamo una risposta politica. Lombardo deve saperci dare le risposte che aspettiamo”.
Altra infrastruttura attenzionata dal presidente D’Orsi nel discorso di fine anno è stata la strada Statale 189 per Palermo, la “strada della morte”. Entro il mese di maggio si inizierà la progettazione per l’ammodernamento della statale. La regione ha già inviato la documentazione necessaria all’Anas.
Altra problematica spinosa per l’amministrazione D’Orsi è la vicenda dei precari in servizio nell’ente. Su questo tema, il presidente garantisce che potranno continuare a lavorare con un contratto di 18 ore settimanali per 5 anni. “Abbiamo chiesto alla Regione di portare a dieci gli anni contrattuali per consentire di spalmare la spesa e non sforare il Patto di stabilità. Attendiamo risposte”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684