Aifa, in 7 giorni 181 prescrizioni monoclonali, ancora crescita - QdS

Aifa, in 7 giorni 181 prescrizioni monoclonali, ancora crescita

Web-al

Aifa, in 7 giorni 181 prescrizioni monoclonali, ancora crescita

Web-al |
lunedì 02 Agosto 2021 - 13:33

Nella settimana dal 23 al 29 luglio sono state infatti 181, a fronte delle 161 dei sette giorni precedenti. Lo evidenzia il 17° Report sugli Anticorpi Monoclonali per Covid-19 dell'Aifa

Continuano ad aumentare, di pari passo alla crescita di contagi da Sars-Cov-2, le prescrizioni di anticorpi monoclonali a pazienti Covid. Nella settimana dal 23 al 29 luglio sono state infatti 181, a fronte delle 161 dei sette giorni precedenti.

E’ quanto evidenzia il 17/mo Report sugli Anticorpi Monoclonali per Covid-19 dell’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa), da cui emerge che finora sono 6.590 i pazienti inseriti nei registri di monitoraggio di questi farmaci. Gli anticorpi monoclonali sono farmaci specifici contro il Covid-19, autorizzati in via emergenziale e disponibili anche in Italia a partire da marzo scorso per persone particolarmente fragili, con infezione recente da Sars-Cov-2 e senza sintomi gravi. Grazie all’aumento di persone anziane e fragili vaccinate, le dosi settimanali prescritte sono calate in modo netto .

Tra il 16 e il 22 aprile, erano state ben 945, mentre sono state appena 34 nella settimana dal 25 giugno al primo luglio. Tuttavia, il loro numero è in risalita, di pari passo al numero dei contagiati: sono state 74 nella settimana 2-8 luglio (+118%) e 80 nella settimana 9-15 luglio (+8%), 161 dal 16 al 22 luglio (+101%) e 181 dal 23 al 29 luglio (+12%). Sono 195 le strutture sanitarie che li hanno prescritti, distribuite in tutte le regioni e, in termini assoluti, dall’inizio del monitoraggio, ad averne dispensati più sono Lazio (930 dosi), Veneto (860), Toscana (807), Campania (529), Puglia (506). A chiudere la classifica sono Provincia autonoma di Trento (27), Molise (13) e PA di Bolzano (3).

E’ in calo, rispetto al precedente report, il rapporto delle prescrizioni rispetto nuove diagnosi Covid avvenute nello stesso arco di tempo: sono state pari allo 0,5% su 34.532 nuovi casi di infezione, probabile segno del fatto che i nuovi casi hanno riguardato persone più spesso giovani e meno a rischio di forme gravi di malattia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684