Augusta, dibattito sul deposito di stoccaggio Gnl - QdS

Augusta, dibattito sul deposito di stoccaggio Gnl

Luigi Solarino

Augusta, dibattito sul deposito di stoccaggio Gnl

martedì 12 Gennaio 2021 - 00:00
Augusta, dibattito sul deposito di stoccaggio Gnl

L’Autorità portuale della Sicilia Orientale ha annunciato il progetto per la costruzione della struttura all’interno della rada. Le associazioni ambientaliste non ci stanno

AUGUSTA (SR) – L’Autorità di Sistema Portuale del Mare della Sicilia orientale, nelle scorse settimane, ha reso noto che è stato approntato un progetto per la costruzione di un deposito di stoccaggio di Gnl (Gas Naturale Liquefatto) all’interno della rada di Augusta, mediante terminal galleggiante di capienza minima pari a 400 m3 e una massima di 1200 m3.

Il deposito in questione sarà allocato nei pressi del pontile consortile di Punta Cugno. L’ubicazione del deposito di Gnl, a poca distanza dalle torce sempre accese delle raffinerie e dal centro abitato di Augusta, ha destato la preoccupazione delle Associazioni ambientaliste (Decontaminazione Sicilia, Comitato Stop Veleni, Natura Sicula e Comitato Sabuci-Baratti) che presentarono, nel maggio del 2019, un esposto alla Procura della Repubblica di Siracusa.

L’Amministrazione comunale di Augusta, in un comunicato dello scorso 9 dicembre, a tal riguardo, ha dichiarato che “La realizzazione del deposito di Gnl in ambito portuale rappresenta un’opportunità per continuare ad incrementare il traffico marittimo ed anzi certificare la centralità del Porto di Augusta”.

In questi giorni, Decontaminazione Sicilia ha inviato una lettera aperta, esponendo i vari rischi connessi alla localizzazione del deposito di Gnl all’interno della rada di Augusta (pericolo effetto domino con gli altri vicini impianti del petrolchimico, pericolo sismico, pericolo maremoto), al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, alla IV Commissione Ambiente, territorio e mobilità della Regione Siciliana ed alla deputazione nazionale e regionale.

“Premettiamo che la realizzazione del deposito di Gnl sta avvenendo senza alcun confronto con i cittadini e con le associazioni ambientaliste – scrive Decontaminazione Sicilia -. Si tratta dell’ennesima imposizione dall’alto che subiamo da troppo tempo. La realizzazione del deposito di Gnl presso Punta Cugno rappresenta una nuova criticità che si aggiunge alle troppe già presenti nel nostro territorio”.

Relativamente alla costruzione del deposito di Gnl nella rada di Augusta, il senatore del Gruppo Misto, Mario Michele Giarrusso, ha presentato lo scorso 30 dicembre, nella seduta n.289 con Atto di Sindacato ispettivo n° 3-02201 con carattere d’urgenza, un interrogazione ai ministri dell’Ambiente e della Salute.

Il senatore Giarrusso ha chiesto se “I Ministri siano a conoscenza dell’imminente realizzazione dell’impianto di stoccaggio di Gnl all’interno della rada di Augusta, in un’area ad elevata sismicità e ad elevatissima concentrazione di impianti industriali a rischio di incidente rilevante; se siano a conoscenza del gravissimo incremento del rischio di incidente rilevante determinato dalla installazione del deposito di Gnl all’interno del porto di Augusta; quali azioni intendano mettere in atto, nello specifico, nei limiti delle proprie attribuzioni, al fine di valutare la compatibilità della realizzazione dell’opera con i principi della sostenibilità e della tutela dell’incolumità pubblica e delle eventuali violazioni della direttiva 2012/18/UE relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose; se non ritengano opportuno adottare, a tale scopo, adeguate iniziative volte a salvaguardare la salute degli abitanti che vivono nelle aree interessate, stante la collocazione dell’impianto in ambito portuale interno all’abitato di Augusta”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684