Aumento Tari a Catania: appello dell'Ugl per scongiurare un nuovo dissesto

Aumento Tari a Catania: appello dell’Ugl per scongiurare un nuovo dissesto

web-mt

Aumento Tari a Catania: appello dell’Ugl per scongiurare un nuovo dissesto

web-mt |
mercoledì 31 Agosto 2022 - 16:18

Il segretario territoriale Giovanni Musumeci si appella al Consiglio comunale chiamato stasera a votare la difficile delibera.

“Catania non si può permettere affatto la dichiarazione, nel giro di pochissimi anni, di un nuovo dissesto economico – finanziario. E’ indispensabile mettere in sicurezza i documenti contabili, anche a costo di dover assumere decisioni dolorose per la comunità tutta, pur di evitare un ulteriore fallimento che porterebbe la città in un tunnel senza via d’uscita.” Lo dice il segretario territoriale della Ugl etnea, Giovanni Musumeci, lanciando un appello a tutto il Consiglio comunale di Palazzo degli Elefanti perché si approvino le delibere necessarie per salvare l’ente dal default.

“Comprendiamo che, di questi periodi in cui soffiano forti venti di pesante crisi economica e di aumento dei costi per i cittadini, è davvero complicato incrementare le tasse. E’ ancora più difficile giustificare il balzello a fronte di un servizio complessivo, come quello della raccolta dei rifiuti, non ancora soddisfacente e non solo per colpe delle amministrazioni comunali che si sono negli anni succedute. Siamo consapevoli, oltretutto, che approvare simili atti in piena campagna elettorale non è agevole in termini di consenso, ma siamo anche convinti – aggiunge il segretario della Ugl – che di fronte a conseguenze ben più drastiche per il Comune anche la cittadinanza capirà l’impellenza di non tornare più indietro con un nuovo disastro lacrime e sangue.

Auspichiamo quindi compattezza, perché il problema non è né della maggioranza e neanche dell’opposizione. Sulle politiche in materia di rifiuti abbiamo tutti fallito e, chiedendo agli utenti quest’ennesimo e obbligatoriamente ultimo sforzo, dobbiamo prendere l’impegno a lavorare, ognuno per la sua parte e le sue competenze, per una svolta definitiva sulla tematica. A partire dalla lotta all’evasione e dall’emersione del sommerso, che l’attuale Amministrazione ha potenziato, oltre che sulla questione conferimento e smaltimento. Abbiamo il dovere di metterci a lavoro seriamente per non chiedere più sacrifici ai catanesi, che ne fanno già abbastanza – conclude Musumeci”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001